Scontro dopo la partita Cattolica-Real Giulianova, identificati 18 ultras

Per i tifosi violenti è scattata la denuncia a piede libero per una serie di reati e la proposta per il Daspo

Al termine di una serie di indagini i carabinieri della Tenenza di Cattolica hanno individuato gli autori degli scontri che, lo scorso 13 ottobre, si erano verificati fuori dallo stadio in occasione della partita tra i padroni di casa e il Real Giulianova. In tutto sono 18 gli ultras, appartententi ad entrambe le squadre, ad aver partecipato ai tafferugli che avevano visto, oltre a una rissa, bottiglie in vetro venire lanciate dagli opposti schieramenti, porto di strumenti atti ad offendere, l'aver indossato caschi e coperto il volto durante la manifestazione sportiva. L’indagine è stata condotta attraverso lo studio dei filmati di videosorveglianza e delle immagine girate dagli operatori dell’Arma, intervenuti allo stadio – in servizio di ordine pubblico - al momento degli scontri ed hanno consentito di arrivare alla completa identificazione di 8 ultras del Cattolica e 10 del Giulianova, riconosciuti anche mediante l’ausilio dei reparti dell’Arma operanti sul territorio abruzzese. Oltre alla denuncia a piede libero, per i 18 ultras è scattato la proposta del Daspo avanzata dai carabinieri alla Questura di Rimini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresa al ristorante: arrivano gli ospiti di 'Ballando con le Stelle'

  • Spaccata nella boutique, razzia di costosi capi di abbigliamento e borse griffate

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

  • Investe una donna con i suoi tre cani sulle strisce pedonali e scappa: è caccia al pirata

Torna su
RiminiToday è in caricamento