Festa della mamma, presentazione della Madonna vestita

In occasione delle Festa della Mamma, domenica 14 maggio, la direzione del Museo di Saludecio e del Beato Amato pone l'accento su un'opera del tutto originale: una statua della Madonna col Bambino, vestita. Grazie ad essa l'IBC, l'Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna, nel 2004 "ha dato l'avvio ad un percorso di conoscenza di questi particolarissimi manufatti, polimaterici per eccellenza e dalle specifiche problematiche conservative, pregevoli per il loro elevato profilo storico, artistico e antropologico".

Nella circostanza di un sopralluogo del personale dell'IBC a Saludecio, ci si è accorti del valore di questo prezioso simulacro. Proprio per la particolarità della tipologia, si è deciso di impegnarsi nella ricerca di altre statue simili e di realizzare un delicato restauro. L'opera è stata presentata nel suo precario stato di conservazione al Salone del Restauro di Ferrara nel 2005 e nell'anno successivo, l'esito dell'intervento conservativo avvenuto con finanziamenti regionali, dalla specialista Roberta Notari di Reggio nell'Emilia. La cosiddetta "Virgo gloriosa" è matericamente una statua in cartapesta, tela gessata e abbigliata, che risale alla fine del XVII secolo, mentre l'abito è del XIX secolo. Secondo alcuni la sua ipotetica collocazione originaria poteva essere nella Chiesa dei Gerolomini di Saludecio e come da tradizione religiosa, veniva portata in processione dai fedeli.

L'opera rappresenta giustamente la Festa della Mamma: come una madre da lei si sono generati degli studi approfonditi che hanno permesso di conoscere un aspetto culturale di particolare interesse e che solo apparentemente viene da considerarsi minore. In realtà è un altro episodio che oltre a raccontare della Comunità di Saludecio, parla di arte e di un patrimonio demoetnoantropologico ingiustamente sottovalutato. Nel Museo è allestita l'esposizione temporanea "Confronti d'Arte. Francesco Nonni e Tito Chini. Gli Artisti dell'Art Déco dialogano con le opere del Museo" e sono ancora a disposizione dei visitatori, alcune copie della Lettera di Papa Giovanni Paolo II alle Donne. Si ricorda che anche questo sabato il Museo di Saludecio e del Beato Amato è straordinariamente aperto al pubblico, dalle ore 16.00 alle ore 18.00, in segno di commemorazione di Santo Amato Ronconi, la cui festa è stata lunedì 8 maggio. Come consuetudine il Museo è aperto tutte le domeniche dalle ore 16.00 alle ore 19.00, con ingresso libero.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Un San Sebastiano del Quattrocento lombardo a Saludecio

    • Gratis
    • dal 20 gennaio al 2 giugno 2019
    • Museo di Saludecio e del Beato Amato
  • Al Duomo la rapsodia in blu di Paritani

    • Gratis
    • dal 1 febbraio al 31 marzo 2019
    • Hotel duoMo
  • Federico Fellini, in mostra le foto inedite dal set di 8 ½

    • dal 9 marzo al 7 aprile 2019
    • Galleria dell’immagine

I più visti

  • Tatuaggi, tra stili e tendenze: il lungo tour di Italia Tattoo Convention torna a Rimini

    • dal 22 al 24 marzo 2019
    • Rds Stadium
  • Enrico Brignano, un "innamorato perso" a Rimini

    • 20 marzo 2019
    • Rds Stadium
  • Light my fire, ecco la Fugaracia di Riccione. Musica e fuochi in spiaggia inaugurano l'anno dello sport

    • solo domani
    • Gratis
    • 18 marzo 2019
    • Piazzale Roma
  • Animali, teatro, auto e sport per l’Antica fiera di San Gregorio

    • Gratis
    • dal 9 al 17 marzo 2019
    • centro storico di Morciano
Torna su
RiminiToday è in caricamento