Le città visibili: musica e teatro all'ex macello di Rimini

Continua la settima edizione del Festival Le Città Visibili, diretto artisticamente da Tamara Balducci e Linda Gennari, ospitato nella cornice dell’Ex macello comunale di Rimini in via Dario Campana.

Giovedì 25 luglio alle 21.30 la kermesse presenterà lo spettacolo “La Sirenetta” della Compagnia Eco di Fondo, una “fiaba per adulti” prodotta con il patrocinio di Amnesty International Sezione Italia e Everyone Group for cooperation on human rights culture.  La serata sarà organizzata con la collaborazione di Rompi il Silenzio, CGIL, Arcigay e la partecipazione al dibattito, che anticiperà lo spettacolo a partire dalle ore 20, di Emma Petitti, assessora alle Pari opportunità della Regione Emilia Romagna. Una tappa di avvicinamento al Rimini Summer Pride, in programma il 27 luglio. La regia de “La Sirenetta” è di Giacomo Ferraù, che ne ha curato anche la drammaturgia insieme a Giulia Viana. Accanto a loro sul palco Riccardo Buffonini e Libero Stelluti per raccontare la storia di un’adolescente che per un gesto d’amore rinuncia alla sua stessa essenza (la sua coda) nel disperato tentativo di essere accettata, nel disperato tentativo di essere amata. «Siamo partiti dalle lettere di ragazzi adolescenti che hanno deciso di togliersi la vita perché non si sentivano accettati per la propria sessualità – spiega la compagnia –. Adolescenti che hanno rinunciato alla loro voce per chissà quanto tempo. “La Sirenetta” obbliga a riflettere sull’amore, quello più difficile, quello verso se stessi e il corpo che si abita. La celebre fiaba di Andersen riletta come metafora dell’identità sessuale». 

Venerdì 26 luglio, spazio alle sette note con il concerto di Roberta Giallo (opening act Massimo Modula con Giacomo Depaoli), che porta in scena una vera e propria “Opera POP”. Un concerto “sui generis”, ricco di imprevedibili suggestioni e ironia, tra momenti drammatici e momenti ilari. Mai scontata e banale, e con una voce ricca di colori. Dinamica, camaleontica, funambolica, al confine tra il teatro canzone e la performance d’arte contemporanea. Il concerto sarà alle 21.30 ma già dalle 20 ci sarà la possibilità di gustare un aperitivo etnico a cura dell’associazione Vite in transito.

Il cantautore Bianco, con Massimo Marches in apertura, chiuderà il ciclo di concerti previsti, nella serata di domenica 28 luglio (ore 21.30). In “Tutto d’un fiato tour”, affiancato dal polistrumentista Stefano Piri Colosimo, Bianco rivisita tutti i pezzi più  rappresentativi del proprio repertorio in una speciale versione con accompagnamento di fiati.

Eco di fondo

La compagnia Eco di fondo nasce nel 2009 da Giacomo Ferraù e Giulia Viana, diplomati all’Accademia dei Filodrammatici di Milano. Produce spettacoli di prosa per adulti e di teatro ragazzi. Dal 2017, si affaccia anche al mondo dell’opera, con la partecipazione alla 43° e 44° edizione del Festival Internazionale della Valle D’Itria. Negli ultimi anni, Eco di fondo ha intrapreso una poetica volta a rielaborare celebri miti e fi abe come metafore di temi d’attualità (“La Sirenetta”, “Orfeo ed Euridice”, “Pollicino”, “O.Z., Storia di un’emigrazione”, “Nato ieri”), ottenendo diversi premi e riconoscimenti. Dal 2018 è sostenuta dal MiBAC come impresa di produzione Under 35; è stata sostenuta da NEXT – Laboratorio delle idee per quattro edizioni consecutive (2014-18). Nel 2019 debutta la coproduzione con Teatro dell’Elfo “Dedalo e Icaro”.

Roberta Gallo

Roberta Giallo è una cantautrice poliedrica di fama internazionale. Inizia la sua carriera aprendo i concerti di Carmen Consoli, Edoardo Bennato, Alex Britti, etc. fino ad aprire il concerto di Sting in piazza del Plebiscito a Napoli. Viene notata da Mauro Malavasi che la presenta a Lucio Dalla. Insieme lavorano al disco intitolato “L’oscurità di Guillaume”. Il disco ottiene un grande successo di pubblico e di critica venendo riconosciuto come migliore disco del 2017 da All Music Italia. Fa incetta di premi tra cui il Premio dei Premi MEI, il Premio Bindi, il premio “Un Certain Regard” di Musicultura, il Premio Inedito-Colline di Torino, il Cornetto Free Music Festival promosso dall‘Algida, etc. Parte poi per un tour mondiale titolato “Astronave Gialla World Tour” che la vede portare in giro per il mondo le canzoni del fortunato album “L’oscurità di Guillaume” toccando Hong Kong, Mosca, Kiev, Istanbul, Los Angeles, Ho Chi Min, Singapore, Monte Carlo, Porto, Oslo. Viene chiamata per rappresentare la musica italiana nel mondo in occasione del Festival della musica Europea al Make Music Hong Kong. Debutta sul grande schermo nelle vesti di attrice protagonista nel Film “Il Conte Magico” con la straordinaria partecipazione di Ivano Marescotti. Lavora alla realizzazione di diverse colonne sonore tra cui i film “Il cuore grande delle ragazze” di Pupi Avati; “La ragazza dei miei sogni”; etc. Si esibisce nei più importanti teatri italiani ed esteri portando in scena numerosi spettacoli teatrali con Federico Rampini, Ernesto Assante e Gino Castaldo, gli Gnu Quartet, etc. Particolarmente importante è l’incontro con il direttore d’orchestra Valentino Corvino con cui porta in scena numerosi concerti sostenuta da importanti orchestre tra cui l’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo; con l’Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari, etc. Pubblica il disco LP “L’oscurità di Guillaume” (2017), il disco EP “Di luce propria” (2014), i singoli “Animale” (2015), “Start” (2016). www.robertagiallo.com

Bianco

Il primo disco di Bianco, “Nostalgina” (INRI, 2011), attrae appena uscito l’attenzione di colonne della musica italiana come Rolling Stone, MTV e Radio 2. L’indie italiano ha una nuova voce ed è la stessa che apre i concerti di Niccolò Fabi, Linea 77, Dente, Le luci della centrale elettrica, ecc. e che lo porta ad aprire gli MTV Days 2012 nella sua città. Nel 2012 esce “Storia del futuro”, con la partecipazione di ben sedici musicisti. Nel 2013 Bianco incontra Max Gazzè e calca i suoi palchi in apertura di alcune date del Sotto Casa Tour. In breve tempo dà vita anche a un forte sodalizio artistico con Niccolò Fabi insieme al quale passerà un’intera estate in veste di supporter ufficiale del suo Ecco Tour. Dopo l’esperienza romana, Bianco fa ritorno nella sua Torino e Levante lo sceglie come produttore artistico del suo album d’esordio e, rispolverato il basso, accompagnerà la cantautrice in un lunghissimo tour. Nel 2014 Bianco anticipa l’uscita di “Guardare per Aria”, il suo terzo lavoro in studio. Nel 2015 Niccolò Fabi, colpito dall’energia e dalla libertà di Alberto e dei suoi musicisti, chiede loro di accompagnarli nei nuovi tour. Nel 2018 esce “QU4TTRO”, suo quarto disco e senz’altro il più rappresentativo del cantautore made in Torino. All’uscita dell’album fa seguito un tour omonimo. Subito dopo entra a far parte della band che accompagna Margherita Vicario come ospite musicale fisso della trasmissione Cyrano di Massimo Gramellini, in onda su Rai3.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Al Polo Est un'estate tra concerti, aperitivi in spiaggia, cinema e fuochi d'artificio

    • fino a domani
    • dal 27 luglio al 15 settembre 2019
    • Polo Est 3.0
  • I gladiatori tornano ad Ariminum

    • Gratis
    • dal 6 agosto al 17 settembre 2019
    • vedi programma
  • Senza fili: 40 artisti in scena al Teatro Leo Amici

    • dal 1 giugno al 28 settembre 2019
    • Teatro “L. Amici” del Lago di Monte Colombo

I più visti

  • Sagra della polenta e dei frutti del sottobosco, un appuntamento per i buongustai

    • Gratis
    • dal 8 al 29 settembre 2019
    • A Perticara
  • Piadina per tutti i gusti in una due giorni da golosi, tra mercatini, musica e spettacoli

    • fino a domani
    • dal 13 al 15 settembre 2019
  • Al Polo Est un'estate tra concerti, aperitivi in spiaggia, cinema e fuochi d'artificio

    • fino a domani
    • dal 27 luglio al 15 settembre 2019
    • Polo Est 3.0
  • I gladiatori tornano ad Ariminum

    • Gratis
    • dal 6 agosto al 17 settembre 2019
    • vedi programma
Torna su
RiminiToday è in caricamento