Tre giorni di gypsy swing col Pennabilli Django Festival

Dal 28 al 30 dicembre torna a Pennabilli il Festival Internazionale di Jazz Manouche Pennabilli Django Festival. L’evento è dedicato alla straordinaria figura di Django Reinhardt, ideatore e massimo esponente del genere musicale “Manouche” detto anche “Gypsy Swing” o “Gipsy jazz”. Ospite importante in questa edizione Tchavolo Schmitt, in programma sabato 29 dicembre alle ore 21.15 presso l’Hotel Duca del Montefeltro. L’artista, raramente in Italia, è una leggenda vivente della chitarra swing e per la prima volta si esibisce in trio proprio a Pennabilli. 

Ogni giorno, dal 28 al 30 dicembre, il programma del Pennabilli Django Festival si compone di un concerto-aperitivo alle ore 17.00 all’Orto dei Frutti Dimenticati, un concerto principale alle ore 21.15 presso l’Hotel Duca del Montefeltro e a seguire dalle ore 23.30 concerto e jam session fino a tarda notte presso l’Ostello Montefeltro.

Previsti inoltre i seminari di chitarra con Fanou Torracina, Tchavolo Schmitt e Peo Alfonsi e l’originale appuntamento di sabato 29 dicembre alle ore 14: “Gipsy Trail” una passeggiata nei boschi intorno a Pennabilli con sorpresa musicale del gruppo Retriò swingin' project, a cura delle associazioni Chiocciola la casa del Nomade e D’là de’ foss con la collaborazione del Museo Naturalistico del Parco Sasso Simone e Simoncello di Pennabilli.

In programma per il primo giorno, venerdì 28 dicembre alle 17.30 all’Hot Club Orto dei Frutti Dimenticati e alle 23.30 all’Hot Club Ostello Montefeltro i DJANGO's ROOTs. Il gruppo ripropone alcuni tra i classici brani del repertorio del leggendario Django Reinhardt rivisitandoli in chiave elettrica e moderna. Il gruppo è formato da: Daniele Gregolin alla chitarra, uno dei massimi esponenti del suo strumento in Italia attivo sia nella musica jazz che rock e pop; Gabriele Boggio Ferraris, giovane vibrafonista lodigiano classificato tra i top 5 vibrafonisti italiani per due anni consecutivi dalla rivista JAZZ.IT; Massimo Manzi, batterista di fama internazionale e che da vent’anni collabora abitualmente col gotha del Jazz mondiale; Giacomo Tagliavia giovane talentuoso contrabbassista,. Mentre il concerto principale si svolge presso l’Hotel Duca del Montefeltro alle ore 21.15 con i Fanou Torracinta Trio. Accompagnato per l’occasione da Giangiacomo Rosso alla chitarra e da Filippo Cassanelli al contrabbasso,  Fanou Torracinta offrirà al pubblico di Pennabilli un repertorio che spazierà dai brani classici appartenenti alla tradizione dello Swing Manouche a composizioni inedite scritte da Fanou e minuziosamente arrangiate per il trio.

Da segnalare l’originale appuntamento di sabato 29 dicembre alle ore 14: “Gipsy Trail” una passeggiata nei boschi intorno a Pennabilli con sorpresa musicale del gruppo Retriò swingin' project, a cura delle associazioni Chiocciola la casa del Nomade e D’là de’ foss con la collaborazione del Museo Naturalistico del Parco Sasso Simone e Simoncello di Pennabilli.

Sempre sabato 29 dicembre alle ore 17.00 presso l’Hot Club Orto dei Frutti Dimenticati e alle 23.30 all’Hot Club Ostello Montefeltro si esibiranno i Django's Clan. Il linguaggio con cui parlano Tartamella e compagni è quello del caldo e trascinante swing gitano modellato dal grande Django, e questo è il punto di partenza con il quale poi si intersecano altri percorsi musicali, non necessariamente legati a Django, che provengono dal cammino dei tre musicisti

Il programma completo del festival è consultabile sul sito: www.pennabillidjangofestival.com

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Lo Sputnik di Luca Carboni atterra al Teatro Galli

    • 6 aprile 2019
    • Teatro Galli
  • Fresu, Gurtu e Sosa: al Galli il trio jazz delle meraviglie

    • solo oggi
    • 26 marzo 2019
    • Teatro Galli

I più visti

  • Federico Fellini, in mostra le foto inedite dal set di 8 ½

    • dal 9 marzo al 7 aprile 2019
    • Galleria dell’immagine
  • Un San Sebastiano del Quattrocento lombardo a Saludecio

    • Gratis
    • dal 20 gennaio al 2 giugno 2019
    • Museo di Saludecio e del Beato Amato
  • Con Pintus siamo destinati all'estinzione

    • dal 4 al 5 aprile 2019
    • Teatro Nuovo di San Marino
  • Al Duomo la rapsodia in blu di Paritani

    • Gratis
    • dal 1 febbraio al 31 marzo 2019
    • Hotel duoMo
Torna su
RiminiToday è in caricamento