Matrioska, oltre 70 artigiani, laboratori, mostre e mercatino

A Rimini tra gli eventi in programma per il Capodanno più lungo del mondo ci sono anche i tradizionali mercatini natalizi e una serie di appuntamenti e manifestazioni che animano le giornate di festa. Fra questi da non perdere Matrioska #10, dal 16 al 18 dicembre più di 70 artigiani e designer con i loro pezzi unici realizzati a mano abiteranno i piani rinnovati dell'Ala Nuova del Museo della Città, che per tre giorni si trasforma in una vetrina per artisti emergenti e creativi che realizzano a mano oggetti unici.

Protagonisti dell’evento saranno come sempre i ‘manu-fatturieri’​. Dopo una lunga selezione ne sono stati scelti più di 70, tra chi fa gioielli e chi mobili, chi cuce vestiti e chi lavora la terracotta: ad unirli tutti la caratteristica di presentare solo pezzi unici e realizzati a mano. Quasi un creativo su tre è alla sua prima esperienza con Matrioska: una scelta naturale per un evento che punta continuamente a rinnovarsi e migliorarsi. Tra le novità più significative di questa edizione, l’undicesima in totale per la manifestazione, un nuovo allestimento curato dall’Ordine degli architetti, un ciclo di conferenze che cresce con nuovi ospiti di respiro internazionale, la fotografia al centro del percorso artistico, sempre più appuntamenti per i bambini.

La fucina del pensiero​ è il percorso di approfondimento e formazione sul design che Matrioška Lab Store cura insieme all’Ordine degli architetti della Provincia di Rimini, e tra gli ospiti spicca il ritorno a casa di Diego Grandi, architetto e designer nato in Riviera ma da vent’anni trasferito a Milano, dove ha avviato uno studio di progettazione oltre a insegnare in università come Politecnico e Istituto europeo di design. Il pubblico di Matrioska avrà l’occasione di ascoltare anche Gabriele Rigamonti, Carla Scorda e Vittorio Turla, le tre anime di Studiocharlie, collettivo di designer con sede a Brescia, ormai presenza fissa al Salone del Mobile di Milano e menzione d’onore al Compasso d’Oro del 2004. Tra i relatori anche Roberto Tognetti, architetto e anima del progetto Riusiamo l’Italia, nato per promuovere la trasformazione di spazi vuoti in start up culturali e sociali. Lo spazio che Matrioška riserva all’arte per questa edizione sarà dedicato alla fotografia​: a esporre le loro opere l’associazione T.Club, con due differenti mostre, e Simona Tombesi, in arte La Lulona.

Grande attenzione anche per l’immagine disegnata: in programma infatti due esposizioni, una di Loricangi, con le tavole del suo libro per bambini “Sbagliando s’impara - la matematica della vita” (ed.Artebambini), e l’altra di Giovanni Pagliarani, fumettista che disegna la serie fantasy Dragonero per la Sergio Bonelli Editore. Per i più piccoli cresce l’offerta di laboratori: con i babylab ​i giovani ospiti potranno costruire un calendario, dei paesaggi natalizi in scatola oppure delle ghirlande di stoffa. E per domenica è in programma una maratona fotografica riservata agli under14. Quella che inizia venerdì sarà la terza edizione invernale consecutiva ad essere ospitata dall’Ala Moderna del Museo della città: l’ex reparto dell’Ospedale civile si può ormai definire a tutti gli effetti la casa per l’inverno di Matrioska. E a distanza di dodici mesi si rinnova l’accordo con l’ordine degli Architetti di Rimini per un allestimento, ispirato alla grafica dell’evento, che stravolge i più classici addobbi natalizi, le palle per l’albero, per trasformarli in un omaggio alla cultura pop degli anni ‘60.

Info orari: Venerdì 16 dicembre 17-23 | Sabato 17 dicembre 11-23 |Domenica 18 dicembre 11-21.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mercatini, potrebbe interessarti

I più visti

  • Il mondo dell'arte entra in hotel: in mostra da Warhol a Schifano

    • Gratis
    • dal 22 ottobre 2019 al 25 ottobre 2020
    • Admiral Art Hotel
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RiminiToday è in caricamento