Un San Sebastiano del Quattrocento lombardo a Saludecio

Un San Sebastiano del Quattrocento lombardo al Museo di Saludecio. Al percorso culturale espositivo "Confronti d'Arte" si aggiunge una nuova tappa: da domenica 20 gennaio - in concomitanza con il ricordo nel calendario liturgico - verrà esposta una piccola tavoletta lignea raffigurante San Sebastiano.
La tavoletta apparteneva ad un soffitto decorato di un'abitazione di area lombarda, da qui il titolo della mostra: da un soffitto del Quattrocento, un San Sebastiano lombardo.
Non si conosce l'autore del dipinto, ma è in qualche modo avvicinabile per stile e tipologia ai 28 preziosi pannelli custoditi al Victoria & Albert Museum di Londra, provenienti da un ignoto palazzo malatestiano della Lombardia.
L'opera prestata da una collezione privata e della quale si conserva la sola parte superiore, presenta il Santo martire trafitto dalle frecce, come un giovane con un corpo ben definito nell'anatomia muscolare, dai capelli lunghi biondi e aureolato.
La figura è posta all'interno di un'arcata decorata (apparentemente una nicchia), che per via di alcuni elementi vegetali sullo sfondo, lascia intendere alle spalle del Santo, un paesaggio astratto.
Un'altra suggestione che innesca questa esposizione, è l'ideale collegamento -quasi un parallelo- col soffitto decorato del Palazzo di Roberto Malatesta e del quale ne sono superstiti alcuni scomparti al Museo della Città di Rimini.
Ancora una volta le iniziative culturali curate dal direttore Marco Musmeci, gettano dei ponti che travalicano le pareti del bastione malatestiano e in cui è allestito dal 2001, il Museo dedicato a Santo Amato Ronconi.
Tra le altre iniziative attualmente allestite in altre sedi, è esposta al Museo Diocesano d'Arte Sacra di Sarsina "La Pietà di Tito Chini" e al Museo d'Arte Sacra di Longiano il dipinto con "San Giuseppe e Gesù Bambino".
L'esposizione "Confronti d'Arte. Da un soffitto del Quattrocento, un San Sebastiano lombardo" sarà visitabile con i consueti orari (invernali ed estivi) fino a domenica 2 giugno.
Il Museo di Saludecio e del Beato Amato è aperto tutte le domeniche dalle ore 15.00 alle ore 17.00, sempre con ingresso libero e gratuito; tuttavia a causa di eventuali avversità meteorologiche l'orario potrebbe subire delle variazioni (museo.santo.amato.saludecio@gmail.com)
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Il ciclismo in Romagna secondo Casadei" in mostra a Villa Mussolini

    • Gratis
    • dal 19 aprile al 16 giugno 2019
    • Villa Mussolini
  • Fioravanti, il cenacolo ritrovato: in esposizione negli spazi del Museo della Città

    • Gratis
    • dal 18 aprile al 16 giugno 2019
    • Museo della Città Luigi Tonini
  • David Lynch "sogna" Fellini, mostra tributo alla galleria Primo piano

    • Gratis
    • dal 25 maggio al 14 luglio 2019
    • Galleria Primo Piano

I più visti

  • Notte Rosa 2019: tutti i big in concerto in Riviera, tra musica e fuochi d'artificio

    • Gratis
    • dal 5 al 7 luglio 2019
    • Sedi varie - Vedi programma
  • In spiaggia a Rimini il mega-concerto di Jovanotti

    • 10 luglio 2019
    • Spiaggia Riminiterme
  • L'ex Macello apre le porte a musica e teatro con "Le città visibili", tra gli ospiti Marescotti e Mercadini

    • dal 16 luglio al 1 agosto 2019
    • Ex Macello di Rimini
  • Il gusto va in scena con "Spessore" e 50 chef e pizzaioli più famosi d'Italia

    • dal 18 al 21 giugno 2019
    • Giardino delle Pietre recuperate
Torna su
RiminiToday è in caricamento