Salvini inaugura sede della Lega a Rimini: "Pronti a liberare anche l'Emilia-Romagna"

Il leader del Carrocio incontra Lino Banfi, Serena Grandi e i pescatori nel suo tour cittadino

Intensa giornata riminese per Matteo Salvini che, da domenica mattina, è stato impegnato in un tour della città che lo ha visto partecipare al congresso nazionale di Senior Italia Federanziani, a un incontro per ascoltare le problematiche della marineria riminese e inaugurare la nuova sede del Carroccio. In mattinata, al Palacongressi, il leader della Lega ha parlato di "accoglienza stupenda" qui c'è "tanta energia altro che vecchi a cui il M5s a Grillo vorrebbero togliere il diritto di voto" anche se un piccolo gruppo di associati lo ha contestato con urla e fischi. Sul palco Salvini si è incontrato con Lino Banfi, invitato al congresso, con l'attore pugliese che ha però precisato "Non ne sapevo nulla. Io sono venuto pure l'anno scorso, mi chiamano per parlare dei nonni". "Da Ministro - ha spiegato il leader leghista alla platea - uno degli ultimi atti è stato un finanziamento di due milioni di euro contro le truffe agli anziani che è uno dei reati più odiosi e il raddoppio delle pene per i delinquenti che abusano della buona fede perché anche chi ruba solo una catenina deve andare in galera, perché rubano ricordi". "Ha fatto bene a venire pure lui - aggiunge 'nonno Libero', riferendosi a Salvini - perché è una cosa che riguarda tutti, quella degli anziani".

I leader della Lega ha poi partecipato a un pranzo al Club Nautico dove si è intrattenuto a parlare con gli addetti del settore per capire le problematiche della marineria riminese. Durante il pranzo, Salvini ha trovato anche il tempo di scherzare pubblicando, sulla sua pagina Facebook, la foto di alcuni sardonicini fritti. Il vero bagno di folla è arrivato verso le 15 quando, in una via Bonsi presidiata dalle forze dell'ordine, è intervenuto per inaugurare la nuova sede del Caroccio. Prima del comizio, Salvini ha incontrato Serena Grandi l'attrice che, nei giorni scorsi, era intervenuta dichiarando di votare Lega e di non sentirsi sicura a Rimini a causa della criminalità. La stessa, un mese fa, aveva raccontato di aver avuto i ladri in casa che le avevano svaligiato l'appartamento. In via Bonsi erano circa un migliaio i leghisti che hanno accolto il loro "capitano" introdotto dall'onorevole Jacopo Morrone. "Bonaccini si è dimenticato della Romagna - ha tuonato il parlamentare forlivese, segretario della Lega Romagna - e si fa vedere solo adesso per la campagna elettorale e per inaugurare opere inutili. Dobbiamo cambiare questo sistema e liberare questa terra. Noi ce la metteremo tutta anche per tornare a governare l'Italia".

E' stato poi il turno di Salvini che ha spiegato come "Per qualcuno la Romagna non esiste, ci sono solo gli amici degli amici. Senza promettere miracoli, stiamo prendendo nota delle esigenze della Regione e lavoreremo su queste.Sono stato preso in giro perchè, la scorsa estate, mi sono presentato in costume sulla spiaggia di Milano Marittima. A chi mi ha criticato, dico che tornerò anche la prossima estate perchè questa terra è meravigliosa mentre, altri politici, la snobbano preferendo mete esotiche". Sul tema del welfare il leader del Carroccio ha ribadito che "Quando non c'è tutto per tutti le risorse vanno impegnare prima per gli italiani e per le persone oneste". Anche sul tema dell'immigrazione, Salvini ha confermato che "Chi riapre i porti ha sulla coscienza i morti in mare. Appena torneremo al governo, noi i porti li sigilleremo perchè in casa nostra ha diritto di entrare chi vogliamo noi. I decreti sulla sicurezza non si toccano".

Prima di dedicarsi ai selfie coi supporter della Lega, lanciando anche una frecciata al governo "Manca solo la tassa sui selfie, dopo si fa davvero dura, ci dovremo vedere di notte”, Salvini ha commentato l'ultimo sondaggio elettorale in Emilia Romagna che vede la Borgonzoni in vantaggio su Bonaccini. "Se si votasse oggi - ha spiegato il leader del Carroccio - il centrodestra è al 40-44% e Bonaccini al 39-43%. La Lega, col 33,5%, sarebbe il primo partito in regione e, in caso di M5S in corsa da solo, il Pd sarebbe al 29%". Al termine del comizio, Salvini è anche intervenuto sulla contromanifestazione delle in corso in piazza Cavour. "L'Italia - ha commentato - è l'unico Paese al mondo dove si scende in piazza per manifestare contro l'opposizione e non contro il governo. Chi vi ha partecipato ha un alto concetto della democrazia quando sostiene che non bisogna votare perchè, altrimenti, vincerebbe la Lega".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresa al ristorante: arrivano gli ospiti di 'Ballando con le Stelle'

  • Spaccata nella boutique, razzia di costosi capi di abbigliamento e borse griffate

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

  • Investe una donna con i suoi tre cani sulle strisce pedonali e scappa: è caccia al pirata

Torna su
RiminiToday è in caricamento