rotate-mobile
Economia

Città più care d'Italia, doccia ghiacciata: Rimini è al 1° posto con inflazione e costo della vita alle stelle

In testa alla top ten delle più care d'Italia Rimini, dove l'inflazione pari al 2,5% si traduce nella maggior spesa aggiuntiva su base annua, equivalente a 679 euro per una famiglia media

L'inflazione galoppa e per Rimini è una doccia ghiacciata. I numeri non sono per nulla confortanti. L'Istat ha reso noti nella giornata di martedì (16 aprile) i dati territoriali dell'inflazione di marzo, in base ai quali l'Unione Nazionale Consumatori ha stilato la top ten delle città più care d'Italia, in termini di aumento del costo della vita. Non solo, quindi, delle città capoluogo di regione o dei comuni con più di 150 mila abitanti ma di tutte le città monitorate dall'Istat.

In testa alla top ten delle più care d'Italia Rimini, dove l'inflazione pari al 2,5%, la seconda più alta d'Italia dopo Brindisi (+2,6%), si traduce nella maggior spesa aggiuntiva su base annua, equivalente a 679 euro per una famiglia media. Medaglia d'argento per Napoli, dove il rialzo dei prezzi del 2,5% determina un incremento di spesa annuo pari a 551 a famiglia. Medaglia di bronzo per Parma che con +1,9% ha una spesa supplementare pari a 516 euro annui per una famiglia.

Segui RiminiToday sul nuovo canale Whatsapp

Appena fuori dal podio Bologna (+1,8%, pari a 501 euro), poi Brindisi (+2,6%, +493 euro), al sesto posto Venezia (+1,8%, +474 euro), poi Benevento (+2,2%, +470 euro), ottava Pordenone (+1,9%, +464 euro), poi Padova (+1,8%, +463 euro). Chiude la top ten Trieste (+1,8%, +440 euro).

Nella graduatoria delle città più virtuose d'Italia, vincono le 3 città che sono in deflazione. Al 1° posto Imperia dove la deflazione più alta d'Italia, pari a -0,3% si traduce in un risparmio equivalente, in media, a 67 euro su base annua. Medaglia d'argento per Pescara, dove la diminuzione dei prezzi dello 0,1% determina un calo di spesa annuo pari a 22 euro per una famiglia tipo. Sul gradino più basso del podio delle città più risparmiose, Campobasso che con -0,1% ha un taglio delle spese pari a 21 euro annui per una famiglia media.

In testa alla classifica delle regioni più "costose", con un'inflazione annua a +1,6%, il Veneto che registra a famiglia un aggravio medio pari a 399 euro su base annua. Segue la Campania, dove la crescita dei prezzi dell'1,9%, la più alta a livello regionale, implica un'impennata del costo della vita pari a 391 euro, terzo il Friuli (+1,6% e +379 euro). Le regioni migliori Molise e Valle d'Aosta con un'inflazione nulla.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città più care d'Italia, doccia ghiacciata: Rimini è al 1° posto con inflazione e costo della vita alle stelle

RiminiToday è in caricamento