L'analisi di Tecnocasa: a Rimini il mercato immobiliare cresce del 5%

I prezzi scesi del 2,3% nel secondo semestre del 2017, il calo annuale sfiora il 5% e negli ultimi due anni arriva all'11,5%

C'è un "rinnovato interesse" per il mattone nella provincia di Rimini. Anche come investimento o seconda casa. In particolare a Riccione e Misano dove le compravendite, dal 2013 al 2017, sono aumentate del 50%. Il gruppo Tecnocasa fa il punto a Rimini sullo stato di salute del mercato nel secondo semestre del 2017, in casa dell'Ordine dei geometri con cui stringe un protocollo. "Il mercato a Rimini è effervescente", spiega Emiliano Vitiello, affiliato del gruppo: il numero di compravendite è "in aumento", di quasi il 6% a Rimini e del 5,2% in provincia; i tempi di vendita si sono "sensibilmente ridotti"; e sono anche partiti nuovi cantieri. Inoltre c'è una "tendenza verso lo zero" per quanto riguarda il calo dei prezzi, scesi del 2,3% nel secondo semestre del 2017. Il calo annuale sfiora il 5% e negli ultimi due anni arriva all'11,5%. In euro per un usato si va dai 1.480 al metro quadrato per quello economico a 2.380 per quello signorile; per un appartamento nuovo, da 2.340 euro a 3.240. In città "mercato vivace" nell'area di viale Tripoli e del centro storico, i valori sono stabili, anche se permane "una forbice ampia" tra disponibilità di spesa dei potenziali acquirenti e prezzi richiesti dai proprietari. Prezzi a partire da 1.400 euro al metro quadrato. "Buona" la domanda di immobili in zona Lagomaggio, in particolare prima casa, con prezzi da 1.500 euro al metro quadro. Quotazioni ancora in "lieve calo" nelle zone di Bellariva, Marebello, Miramare e Rivazzurra, ma la domanda è buona, con prezzi da 1.800 euro. A Riccione "prezzi stabili ed in alcuni casi anche in rialzo nell'area centrale e in zona Paese"; e "attivo" il mercato della casa vacanza nell'area di Alba e del Porto. A Bellaria il mercato si divide equamente tra residenziale e casa vacanza ed il semestre ha evidenziato un generale aumento del numero di richieste. Infine a Igea Marina "mercato vivace".

Insomma, tira le fila Lorenzo Rinaldi, consulente di Tecnocasa, "la Riviera è interessante per investire, il mercato è in forte crescita, con molte domande anche per i tassi interessanti". Nel 2017 le compravendite totali sono state 1.589, in città 1.248. La tipologia maggiormente ricercata è il trilocale e si acquista per oltre sette casi su 10 l'abitazione principale. Il 77% dei venditori lo fa per reperire liquidità; il 17% per migliorare la qualità abitativa e il 6% per trasferimento. Oltre la metà degli acquirenti va dai 18 ai 44 anni. Sul fronte mutui, aggiunge Gessica Giacalone, consulente senior di Kiron partner, 2016 e 1017 registrano "erogazioni costanti", mentre "la domanda è scesa anche se è in lieve ripresa". Nella provincia di Rimini l'ultimo trimestre del 2017 vede erogare 63 milioni di euro, in calo dell'8% rispetto allo stesso periodo del 2016. In tutto l'anno sono stati erogati 257,4 milioni di euro, in calo del 4,7%. Nel secondo semestre dello scorso anno, prosegue Giacalone, l'importo medio di un mutuo ammonta a poco meno di 127.000 euro, la durata media è di 26,3 anni e nel 40% circa dei casi si tratta di un mutuo a tasso variabile; l'età media di accesso supera di poco i 40 anni. Di certo chi ha acquistato un trilocale nel 2017 ha risparmiato rispetto al 2012: il prezzo medio per 90 metri quadrati è sceso da 212.000 euro a 178.000; la disponibilità necessaria per l'investimento da oltre 42.000 euro a 35.600; la quota del mutuo da circa 170.000 euro a circa 142.000; la rata media da 866 euro a 601; per un risparmio effettivo che sfiora il 30%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento