La crisi spinge a scegliere i prodotti di risparmio postale

Le analisi sulle prospettive a breve e medio termine per il 2013 confermano il crescente apprezzamento dei prodotti di risparmio postale, in particolare i Buoni Fruttiferi e i Libretti Nominativi

Il risparmio postale resta un punto di riferimento per le famiglie anche in un periodo di crisi ed incertezza economica come quello attuale. Le analisi sulle prospettive a breve e medio termine per il 2013 confermano il crescente apprezzamento dei prodotti di risparmio postale, in particolare i Buoni Fruttiferi e i Libretti Nominativi. A certificare il trend del risparmio anche in questa fase di austerity sono i dati del 2012 della Filiale di Rimini che riportano un aumento di circa il 17% di Buoni Postali sottoscritti dai risparmiatori nel secondo semestre dello scorso anno rispetto a quello precedente.

«Il successo dei Buoni Postali nella nostra provincia  - spiega il responsabile provinciale Nicola Narciso - è dovuto alla certezza di una forma di risparmio garantita dallo Stato italiano. I Buoni sono considerati un “porto sicuro”: prevedono sempre la restituzione del capitale investito e la corresponsione degli interessi maturati. Inoltre, possono essere sottoscritti e rimborsati in tutti gli uffici postali, senza alcuna commissione o spesa, eccetto quelle di natura fiscale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento