Ferrovie, parla l'uomo da 850mila euro all'anno: "Se mi tagliano lo stipendio me ne vado"

L'amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, il riminese Mauro Moretti, è pronto a lasciare il Gruppo se il Governo Renzi taglierà il suo stipendio

Mauro Moretti, ad di Ferrovie dello Stato

L'amministratore delegato di Ferrovie dello Stato dal 2006, il riminese Mauro Moretti, è pronto a lasciare il Gruppo se il Governo Renzi taglierà il suo stipendio. "Il Governo fa le scelte che desidera - ha dichiarato Moretti durante un congresso nazionale delle cooperative di produzione e lavoro a Bologna -. Sconterà che buona parte dei manager vada via: lo deve mettere in conto". Moretti ha stroncato la spending review del Governo sulle paghe dei supermanager di Stato.

"IN GERMANIA PRENDONO IL TRIPLO DI ME" - "La logica per cui chi gestisce imprese grandi e complesse deve stare sotto al presidente della Repubblica è sbagliata - ha sottolineato Moretti -. Sia in Usa che in Francia e in Germania, il presidente della Repubblica prende molto meno dei manager delle imprese" di Stato". Moretti ha riferito di guadagnare "850.000 euro all'anno, il mio collega tedesco piglia tre volte e mezzo tanto. Senza stipendi adeguati, in imprese come la nostra che fatturato 10 miliardi di dollari all'anno e sono fra le più grandi e complesse in Italia, difficilmente ci vanno".

PARLA RENZI -  "Quando Moretti vedrà la ratio dell'intervento, sarà d'accordo con me. Ci sono tante sacche di spreco nella Pubblica amministrazione e io non intendo rinunciare a questa battaglia". E Moretti ha prontamente replicato: "Di lui mi fido". Pace fatta?


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento