menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verso il piano energetico provinciale, lunedì un seminario

La Provincia di Rimini è impegnata nella redazione del “Piano di Azione provinciale per la promozione del risparmio energetico e delle fonti energetiche rinnovabili”

La Provincia di Rimini è impegnata nella redazione del “Piano di Azione provinciale per la promozione del risparmio energetico e delle fonti energetiche rinnovabili”. Il ciclo dei 5 seminari di approfondimento è arrivato all’ultimo appuntamento, che si svolgerà insieme agli Enti territoriali, alle Associazioni di categoria e ai cittadini, Lunedì 27 febbraio 2012 (ore 10 – ore 13.30) presso la Sala Marvelli della Provincia di Rimini, via Dario Campana, 64.

Con il Piano si definiscono gli obiettivi che da ora al 2020 devono essere raggiunti per rispettare i target fissati dall’Unione Europea nel Pacchetto Energia del 2009. L’Italia deve raggiungere la quota del 17% di produzione “verde” rispetto al totale di energia prodotta ed i territori, sono chiamati a fare la propria parte.

Secondo il Quadro Conoscitivo messo a punto dal Piano, il bilancio energetico della Provincia di Rimini fotografato al 2010 fa segnare un consumo finale pari a 817 ktep (1 ktep equivale a 1000 tonnellate di petrolio). Tale fabbisogno è coperto per il 33,05% dal petrolio, per il 46,14% dal gas naturale, per il 17,87% dall’energia elettrica e solo per il 3,06% dalle fonti rinnovabili.

L’industria consuma energia il 17,23% del totale, i trasporti il 26,53%, il terziario il 20,75% (di cui il turismo 6,22%), il residenziale incide del 35,22% e  l’agricoltura solo dell’1,26%. In questo quadro, senza azioni “virtuose”, oltre che necessarie, i consumi salirebbero al 2020 a 1139 ktep, quasi il 40% in più degli attuali, mentre le rinnovabili rimarrebbero confinate a poco più del 3%. Attraverso il Piano e le conseguenti misure si intende intende limitare, al 2020, il consumo finale  a 899 ktep, ovvero circa il 10% in più del 2010, con le rinnovabili che aumentano fino al 17%.

Il Piano Provinciale prende le mosse dal secondo Piano Triennale di Attuazione del Piano Energetico Regionale, approvato nel 2011 e definisce il quadro degli obiettivi da raggiungere, tenendo conto, da un lato del grado di maggiore efficienza che viene progressivamente introdotto nel settore (per cui a parità di domanda calano in maniera tendenziale i consumi), dall’altro dell’incremento delle quote di produzione di energia da fonte rinnovabile. Saranno anche prese in considerazione specifiche azioni che riducono i consumi, sia attraverso il risparmio energetico, che attraverso specifiche misure normative.


Nella predisposizione del Piano, la Provincia di Rimini intende definire sia gli obiettivi che le principali azioni da realizzare, in accordo con gli assi di intervento del Piano Regionale, attraverso  con un percorso il più possibile partecipato ed aperto a contributi e osservazioni, a cui stanno già prendendo parte le istituzioni locali e le associazioni del mondo economico e sociale. Il Presidente Stefano Vitali avvierà i lavori, l’Assessore Stefania Sabba esporrà le linee fondamentali del Piano e gli obiettivi, mentre dopo un parte di relazione sul piano e di dibattito, le conclusioni saranno affidate all’Assessore regionale al Piano energetico, sviluppo sostenibile ed attività produttive, Gian Carlo Muzzarelli. I materiali del Piano sono consultabili sul sito della Provincia all’indirizzo: https://www.provincia.rimini.it/progetti/energia/pep/materiali.htm

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Pizza integrale in padella da preparare a casa

Alimentazione

I 10 food trend del 2021, più attenzione a salute e ambiente

Cura della persona

Sali di Epsom: i mille usi per il benessere del corpo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento