Domenica, 21 Luglio 2024
Green

In otto anni +26,5% di piste ciclabili a Rimini, +9,5% le zone a traffico limitato

L’assessore alla mobilità Roberta Frisoni commenta i dati Istat che indicano come una Rimini "sempre più attenta e sensibile alla mobilità sostenibile"

Una crescita del 26,5% di piste ciclabili, un ampliamento del 4,6% di aree pedonali e un aumento delle zone Ztl di circa il 9,5%. E’ la fotografia di una Rimini "sempre più attenta e sensibile alla mobilità sostenibile" quella scatta dal centro ricerche Continental Italia, che ha preso in esame, rielaborandoli, i dati Istat con riferimento gli anni dal 2008 al 2015. Lo studio, reso pubblico in questi giorni, testimonia la ‘svolta ecologica’ a cui si è assistito negli ultimi otto anni in tutta la Regione, in particolare con un’impennata nella realizzazione di nuove infrastrutture ciclabili (da 839 a 1.246 chilometri considerando i soli Comuni capoluoghi) e con l’allargamento delle aree esclusivamente dedicate ai pedoni (da 54.296 a 60.698 ettari). In questo contesto Rimini non è da meno, come testimonia in particolare lo sviluppo della rete ciclabile, che ora si snoda lungo 103 chilometri (nel 2011 si fermava a 78) “e che sarà ulteriormente potenziata – sottolinea l’assessore alla mobilità Roberta Frisoni - con il completamento di interventi già in programma che mirano in particolare a collegare il centro con le zone più periferiche. L’ampliamento della rete di ciclabili è solo una delle azioni che metteremo in pratica per cercare di raggiungere gli obiettivi definiti dal piano urbano della mobilità sostenibile, che punta a far sì che, nell’arco dei prossimi dieci anni, il 50% di spostamenti siano effettuati con mezzi di trasporto alternativi all’auto".

"Tra le azioni in programma, in linea con quanto sottoscritto dal Pair 2020 (piano aria integrato regionale) - prosegue Frisoni - c’è anche quello di continuare ad implementare le aree pedonali, che dovranno coprire un'estensione pari almeno al 20% del centro storico. Sono solo esempi dell’articolato piano che ovviamente non è composto da interventi spot, ma che mira a sviluppare in maniera organica una vera e propria cultura della mobilità sostenibile, ripensando anche al trasporto pubblico e inserendo ogni intervento nel contesto più ampio della riqualificazione urbana. In questo senso l’esempio calzante è il progetto della nuova Velostazione, realizzata nei pressi della Stazione ferroviaria cittadina e della fermata del Trasporto Rapido Costiero-TRC, e che sarà più di un semplice deposito custodito di biciclette: un luogo degradato che sarà riconsegnato alla città, diventando punto d'incontro e socializzazione capace di favorire la mobilità ciclabile in un’area strategica della città. L’impegno dell’Amministrazione in materia di mobilità sostenibile è costante e, anche creando collaborazioni e sinergie coi privati, è possibile continuare nel percorso di sviluppo che è stato avviato in questi anni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In otto anni +26,5% di piste ciclabili a Rimini, +9,5% le zone a traffico limitato
RiminiToday è in caricamento