rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Politica Santarcangelo di Romagna

Bagarre elettorale, Forza Italia: "Il centrosinistra fa i comizi senza il rispetto delle regole"

Walter Vicario, coordinatore di Forza Italia a Santarcangelo: "Con quale modalità è stata chiesta e successivamente concessa l'autorizzazione per l'occupazione del suolo pubblico"

A Santarcangelo la campagna elettorale entra nel vivo. Tra primi attacchi politici e scaramucce. Il tema del giorno sono gli spazi elettorali concessi al Pd e alla coalizione di centrosinistra. A sollevare la questione è Walter Vicario, coordinatore commissario di Forza Italia a Santarcangelo di Romagna. “Sabato pomeriggio in piazza Ganganelli si è svolta una manifestazione del Pd con tanto di palco, musica e rinfresco. Trattasi dunque di attività di propaganda politica. Da quanto ci risulta, avendo fatto personalmente richiesta per occupazione suolo pubblico proprio per la stessa giornata, sono autorizzati "per allestimento di presidi di informazione e propaganda e per iniziative di sensibilizzazione" spazi non superiori ai 3 metri per 3. È evidente che lo spazio occupato dal Pd era notevolmente superiore ai limiti previsti dalla direttiva, utilizzando addirittura un palco, per cui la domanda che ci poniamo è: con quale modalità è stata chiesta e successivamente concessa l'autorizzazione?”.

Il rappresentante di Forza Italia prosegue: “Vedremo se i nostri sospetti sono legittimi oppure no: al momento abbiamo l'impressione che il Pd continui ad avere un atteggiamento arrogante, bypassando la normativa che loro stessi hanno deliberato con la complicità della parte dirigente che dovrebbe invece gestire le questioni tecniche in maniera neutrale, indipendentemente dalla parte politica. Il nostri interrogativi sono più che leciti visto che già in occasione delle primarie del Pd (febbraio 2023) era stata autorizzata un'occupazione suolo pubblico addirittura in un area non contemplata fra quelle previste dalla normativa comunale e con il nostro accesso agli atti avevamo dissipato ogni dubbio: nell'atto amministrativo mancava totalmente il preambolo ovvero la parte in cui sono indicate le norme di legge e i regolamenti (elementi di diritto), in base ai quali l'atto stesso è stato adottato nonché le attestazioni relative agli atti preparatori (elementi di fatto)”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagarre elettorale, Forza Italia: "Il centrosinistra fa i comizi senza il rispetto delle regole"

RiminiToday è in caricamento