rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Calcio

In attesa del mercato, il ds Maniero svela il futuro del Rimini: "Vogliamo essere la mina vagante della C"

Squadra in ritiro dal 18 luglio a Bagno di Romagna, per allora il club conta di avere la rosa al 70%. Prossimi 15 giorni cruciali: "Arriveranno almeno 5 o 6 giocatori di livello per la categoria, più dei giovani giusti"

In attesa di piazzare i primi colpi di mercato, nel cuore delle trattative per le riconferme, il direttore sportivo del Rimini Andrea Maniero fa il punto della situazione in vista dello sbarco del Rimini in serie C, tra i professionisti. “Che squadra stiamo costruendo? Il nostro sogno è quello di diventare la mina vagante della serie C”, racconta a RiminiToday. Che in parole povere significa provare a dare fastidio a chiunque, non essere in zona di graduatoria critica, e provare a raccogliere più punti possibili per stare nella metà nobile della classifica. “L’idea è ancora quella di una squadra che dovrà parlare poco e correre tanto – racconta Maniero -. Se si soffre bisogna farlo tutti assieme, mi piacciono le squadre che cercano di raddoppiare e triplicare, con un comportamento che non si fonda solo sull’individualità”.

Per il Ds Maniero i prossimi giorni saranno frenetici. Sul mercato c’è tanto da fare e le porte girevoli non sono ancora in azione. Le prossime due settimane saranno determinanti per la costruzione della rosa da affidare a mister Gaburro. Per ora sono arrivate un poker di conferme, l’ultima in ordine cronologico quella del difensore toscano Tommaso Panelli. “La nostra idea è quella di ripartire da 8/9 giocatori confermati, così da partire con un’impronta. Ma dovranno arrivare almeno 5 o 6 giocatori di livello per la categoria, più dei giovani giusti che dovranno dare brillantezza e freschezza”, aggiunge il manager.

Obiettivo è quello di arrivare con la squadra almeno al 70% per il 15 luglio, giornata in cui inizieranno le visite mediche. Dopodiché il Rimini partirà il 18 luglio per raggiungere il ritiro di Bagno di Romagna.  “E’ un mercato in cui è necessario avere pazienza, il mercato della C è sempre in evoluzione e possono arrivare soluzioni oggi impensabili – conferma Maniero -. Dobbiamo portare nel team di sicuro un paio di centrali difensivi, quattro centrocampisti, un paio di esterni e due attaccanti, compresi i giovani. Poi c’è il capitolo portieri, che dovremo rifondare”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In attesa del mercato, il ds Maniero svela il futuro del Rimini: "Vogliamo essere la mina vagante della C"

RiminiToday è in caricamento