Banca Carim, approvato il bilancio 2014: miglioramenti sul profilo patrimoniale

Grazie anche ai fondi messi a disposizione dalla Bce, sono previste condizioni agevolate per le piccole e medie Imprese, a supporto degli investimenti produttivi nonché per l’assunzione di nuovo personale

Banca Carim ha approvato il bilancio del 2014. L'istituto di credito ha erogato nell’anno 185,5 mln di nuovi finanziamenti a beneficio di numerosi clienti al fine di garantire il supporto finanziario al tessuto imprenditoriale dei territori di insediamento.E’ stata ampliata l’offerta in materia di finanziamenti assistiti da cooperative di garanzia e definito uno specifico plafond destinato agli interventi di riqualificazione delle strutture turistiche. Grazie anche ai fondi messi a disposizione dalla Bce, sono previste condizioni agevolate per le piccole e medie Imprese, a supporto degli investimenti produttivi nonché per l’assunzione di nuovo personale.

Tra le priorità il sostegno ai progetti di sviluppo sostenibile e qualità dell’ambiente, mediante finanziamenti a favore di imprese e famiglie, ma anche la sottoscrizione di “Protocolli d’Intesa” con Camera di Commercio e Unindustria di Rimini per sostenere l’internazionalizzazione dell’imprenditoria locale.

Raccolta totale in aumento a 4.673 mln (+0,6%) - E’ proseguita l’opera di diversificazione dei prodotti di risparmio, che hanno incontrato il gradimento della clientela, anche in ottica di distribuzione per scadenza: rimarchevole la crescita dei Prestiti Obbligazionari (+233 mln: +62,3%), in controtendenza rispetto al sistema (-13,8%).  La dinamica contribuisce a preservare gli attuali solidi livelli di equilibrio finanziario, a presidio del rischio di liquidità. In evidenza l’incremento della Raccolta gestita (+189 mln: +36,0%), cresciuta ad un tasso superiore a quello fatto registrare dal sistema bancario (+20,1%). Il rapporto fra raccolta gestita e raccolta amministrata è significativamente migliorato, passando dal 46% al 69%, con positivo impatto sul margine da servizi.

Per quanto concerne la voce "spese amministrative", al netto delle spese per il personale, si è registrata una netta contrazione (-1,8 milioni), a conferma del costante presidio dei costi e dell’ottimizzazione dei processi operativi e di fornitura. "I mezzi patrimoniali sono adeguati ai maggiori livelli richiesti dalla Vigilanza europea e consentono di pianificare con fiducia l’ulteriore sviluppo dell’attività caratteristica, orientata a cogliere anche i più modesti segnali di ripresa registrati dalla congiuntura economica nazionale e locale - afferma in una nota Banca Carim -. Il Tier1 ratio ed il Total Capital ratio si attestano rispettivamente a 9,28% e 10,67%, entrambi al di sopra dei limiti regolamentari vigenti. Il tasso di default ha continuato a mantenersi sostenuto anche nel 2014. Determinante in tal senso la crescita delle sofferenze e delle partite incagliate, determinata dagli aggravamenti delle posizioni deteriorate riferibili al passato. Gli accantonamenti che ne sono derivati conseguono anche al contesto regolamentare europeo in progressiva evoluzione, orientato a crescenti livelli di copertura dei crediti in default.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Illustra Banca Carim: "Le maggiori rettifiche di valore che ne sono scaturite - che rappresentano un fenomeno giudicato eccezionale e non ripetibile -  hanno sensibilmente penalizzato il conto economico, che mostra un risultato di esercizio pari a -9,1 milioni. Se le accresciute svalutazioni dei crediti da un lato hanno vanificato i rimarchevoli progressi della redditività ordinaria, dall’altro hanno portato evidente beneficio ai tassi di copertura del credito deteriorato. La sensibile diminuzione a fine anno dei crediti scaduti (past due) rappresenta il segnale di un tendenziale miglioramento della qualità prospettica del portafoglio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento