Banca Popolare Valconca il 7% degli azionisti esercita il diritto di recesso

l'operazione conseguente alla relativa trasformazione da società cooperativa in società per azioni risulta validamente esercitato per complessive n. 740.408 azioni ordinarie BPV

Banca Popolare Valconca S.p.A. comunica che il diritto di recesso conseguente alla relativa trasformazione da società cooperativa in società per azioni, deliberata dall’Assemblea straordinaria dei Soci in data 1° luglio 2018, risulta validamente esercitato per complessive n. 740.408 azioni ordinarie BPV, pari al 7% del capitale sociale. Le azioni oggetto di recesso saranno offerte in opzione, ai sensi dell’art. 2437-quater cod. civ, ai possessori di azioni BPV che non abbiano esercitato il diritto di recesso, in proporzione al numero di azioni BPV da essi possedute, al prezzo di Euro 2,62 per azione e nel rapporto di n. 1 azione ogni 13,282945 azioni possedute. Il periodo di offerta in opzione inizierà il 3 settembre 2018 e si concluderà il 15 ottobre 2018, estremi compresi.

I titolari di azioni BPV che eserciteranno il diritto di opzione, purché ne facciano contestuale richiesta, avranno altresì diritto di prelazione all’acquisto delle azioni oggetto di recesso che siano rimaste inoptate. Ove residuassero azioni oggetto di recesso all’esito dell’offerta in opzione e dell’eventuale esercizio del diritto di prelazione, la Banca valuterà se collocare tali azioni presso terzi che abbiano fatto richiesta al valore di liquidazione. Le modalità e i termini di adesione all’offerta in opzione/prelazione nonché ogni ulteriore informazione relativa al procedimento di rimborso sono specificati nel documento di offerta in opzione che verrà depositato in data 31 agosto 2018 presso il Registro delle Imprese di Rimini ai sensi dell’art. 2437-quater, comma 2, cod. civ, nonché nell’apposito avviso agli azionisti ex art 111 del d.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 che sarà reso disponibile sul sito internet www.bancavalconca.it.

Si informa tuttavia che potrebbero pervenire ulteriori dichiarazioni di recesso nei giorni successivi alla data di pubblicazione del presente comunicato. Tali dichiarazioni di recesso saranno in ogni caso ritenute valide solo se spedite entro il termine finale per l’esercizio del diritto di recesso (quindi, solo se spedite entro e non oltre il 14 agosto 2018). In caso di dichiarazioni di recesso pervenute successivamente alla data odierna, ma valide ai sensi di quanto sopra, BPV provvederà ad aggiornare e (se del caso) integrare i risultati relativi all’esercizio del diritto di recesso, assumendo le eventuali opportune deliberazioni e dandone avviso agli azionisti ex art 111 del d.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58, oltre a rilasciare un nuovo comunicato stampa.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

Torna su
RiminiToday è in caricamento