rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Fieravicola

Buona la prima: al suo debutto il Poultry Forum ha acceso i riflettori sulla filiera avicola

"Un grande risultato avere messo tutta la filiera avicola attorno a questo tavolo"

Sette convegni, 150 presenze in media a sessione, 40 relatori, diversi incontri con le istituzioni. si sono conclusi i tre giorni di approfondimento e networking  dedicati alla filiera avicola  che ha risposto compatta all’appuntamento: produttori, mangimistica, aziende di tecnologia innovativa e associazioni scientifiche. Dopo l’inaugurazione con il Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Stefano Patuanelli sono intervenuti al Poultry Forum tra gli altri il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, il sottosegretario Francesco Battistoni e dirigenti del Mipaaf e del Ministero della Salute, l’assessore regionale alle Politiche Agricole Alessio Mammi. Sono stati tre giorni di approfondimento e networking per una filiera che ha risposto compatta all’appuntamento, produttori, mangimistica, aziende di tecnologia innovativa e associazioni scientifiche. 

La cena di gala che ha concluso l’evento è stata un ulteriore momento più informale per relazionarsi e proseguire nel confronto, grazie alla partecipazione di circa 150 persone in rappresentanza delle imprese e delle autorità intervenute al Poultry. "Siamo molto soddisfatti di questa prima edizione - dichiara il presidente di Fieravicola  Renzo Piraccini - che ha acceso i riflettori su un settore straordinario come quello avicolo, un settore che ha bisogno di fare networking e sistema e questo appuntamento è sicuramente stato un’occasione importante. E’ soprattutto un grande risultato avere messo tutta la filiera avicola attorno a questo tavolo".

"Il Poultry Forum si è dimostrato una occasione preziosa per inquadrare al meglio le sfide che ci attendono: dobbiamo essere sempre più capaci di adattarci ai contesti di crisi e migliorare ancora di più la nostra capacità di resilienza, grazie alla quale abbiamo affrontato prima la pandemia e ora le incertezze del mercato - spiega Lara Sanfrancesco, direttore Unaitalia -. Sul fronte europeo siamo pronti a difendere carni bianche e uova come parte essenziale di una dieta equilibrata, respingendo gli attacchi delle lobby che vorrebbero imporre regimi alimentari che escludono le proteine animali a favore del cibo sintetico. Sul fronte interno per far fronte all'aumento dei costi di produzione e limitare la ricaduta sui consumatori il settore è pronto a confrontarsi con tutti gli attori in campo, a partire dalla distribuzione, per trovare soluzioni condivise"

“Abbiamo affrontato in questi giorni i temi più importanti  che interessano tutta la filiera - commenta Stefano Gagliardi, direttore di Assoavi - discutendo, programmando, elaborando soluzioni per le criticità che stiamo affrontando. Credo che l’obiettivo principale di questo appuntamento sia stato raggiunto: ritrovarci  per dedicare al settore tutta l’attenzione che merita era fondamentale di fronte alle difficoltà in cui ci troviamo ogni giorno a operare. Anche il momento conviviale che ha visto oltre 150 presenze tra imprese e istituzioni è stato occasione per rafforzare il networking tra tutti i soggetti della filiera”. L’evento professionale è stato organizzato  da Fieravicola in collaborazione con Assoavi, Unaitalia e le associazioni scientifiche di settore Wpsa (World's Poultry Science Association), Sipa (Società italiana di Patologia Aviaria) e Asic. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buona la prima: al suo debutto il Poultry Forum ha acceso i riflettori sulla filiera avicola

RiminiToday è in caricamento