Il Governo affossa il fotovoltaico, rallenta la crescita nel riminese

Prima con l'effetto annuncio del V Conto Energia, poi con l'entrata in vigore, ad Agosto, sono stati cancellati gli incentivi per gli impianti realizzati a terra. Riducendo la potenza prodotta

Per il fotovoltaico si conferma una situazione difficile, che si ripercuote negativamente anche nel territorio riminese. Infatti, prima con l’effetto annuncio del V Conto Energia, poi con l’entrata in vigore, ad Agosto, sono stati cancellati gli incentivi per gli impianti realizzati a terra. Mentre sono rimasti, anche se in diminuzione, gli incentivi per gli impianti costruiti sui tetti degli edifici, sia residenziali che produttivi.

Il rapporto trimestrale da Luglio ad Ottobre, evidenzia perfettamente questa situazione nella Provincia di Rimini: nel trimestre infatti la potenza è cresciuta solo del 10,1%, a fronte di un incremento su base annua che è pari al 79,3%.

Spicca invece la variazione che fa registrare il Comune di Montecolombo nel quale sono entrati in funzione due impianti di potenza di poco inferiore al MW sui tetti di un’azienda. Altre buone performance sono espresse da San Giovanni in Marignano, Misano, Maiolo, Verucchio, Bellaria Igea Marina, San Clemente e Riccione. Peraltro si conferma il dato che nella nostra provincia esistono impianti di piccola e media taglia, abbastanza diffusi e poco impattanti, in sostanza ben inseriti nel contesto urbano e paesaggisticamente compatibili.

Se prendiamo a riferimento il rapporto tra potenza istallata degli impianti fotovoltaici e superficie osserviamo che la provincia di Rimini è terza in regione, nel confronto con le altre province. Dato ulteriormente confermato dal fatto che il rapporto tra totale energia prodotta e energia a fonte rinnovabile vede Rimini ancora terza nel panorama regionale, quindi in linea con una provincia che della sostenibilità e dell’economia “verde” vuole fare un punto di forza e di eccellenza.

Ancora di più in una fase in cui molti comuni del territorio provinciale hanno aderito al Patto dei Sindaci che è un percorso che punta al risparmio energetico e alla diminuzione delle fonti di inquinamento.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento