rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Economia

Hera pronta all'esordio a Ecomondo, sarà in fiera con uno stand composto da materiale riciclato

Con uno stand interamente realizzato con materiali di recupero, anche quest'anno il gruppo Hera partecipa ad Ecomondo, la fiera di Italian Exhibition Group sulla green economy

Con uno stand interamente realizzato con materiali di recupero, anche quest'anno il gruppo Hera partecipa ad Ecomondo, la fiera di Italian Exhibition Group sulla green economy che apre i battenti domani martedì 8 novembre in fiera a Rimini. La multiutility presenta diverse iniziative: dalle soluzioni per le aziende ai nuovi progetti e risultati raggiunti, fino alle attività messe in campo nell'ambito dell'economia circolare con "obiettivi sempre più sfidanti". Senza dimenticare la partecipazione con propri relatori a numerosi convegni. Protagoniste le varie società del gruppo, a partire da Herambiente, "primo operatore nazionale" nel settore ambiente con quasi sette milioni di tonnellate trattate ogni anno. Per i rifiuti industriali, si tratta dell'"unica realtà in Italia" in grado di garantire un'offerta di Global waste management integrata, grazie a un centinaio di impianti certificati, a un network di fornitori qualificati e alle competenze maturate sinergicamente nei diversi business del gruppo. La multiutility mette in campo anche Hera Business Solution, una proposta multiservizio "chiavi in mano" studiata sulla base delle singole esigenze che può supportare le aziende nel raggiungere risultati di circolarità "significativi e misurabili in diversi ambiti", si spiega. Il tema dello stand è "Design and urban design", con 60 nuove opere di Scart, il progetto artistico del gruppo che da quasi 25 anni realizza opere e installazioni di trash art.

Si tratta di componenti d'arredo di tutti i generi e forme creati utilizzando materiali di recupero provenienti da impianti di trattamento e selezione della multiutility, a cui hanno collaborato alcuni creativi della Community scart artist, gli studenti e docenti delle Accademie di Belle arti di Firenze, Bologna, Ravenna, Rimini e Milano Brera e dell'Accademia di Design di San Marino. L'open space è movimentato da una serie di salotti a tema, realizzati con diversi materiali di recupero: marmitte, pneumatici, copertoni, camere d'aria e parti di gabbie di cisternette che un tempo contenevano rifiuti liquidi. Ci sono poi due librerie di contenitori vuoti di prodotti chimici di una conceria, il divertente appendiabiti "Viaggio di luce" realizzato con i componenti di una bicicletta e lo sgabello "Pills" costituito da due paralume e ricoperto di pillole di farmaci vuote. Infine la barriera a forma di onda, un'installazione con un caleidoscopico spettacolo di colori, realizzata con circa 3.000 metri di filamenti in plastica assemblati con maestria dai ragazzi del Design lab di San Patrignano. Hera metterà in vetrina anche Smarty, il cassonetto tecnologico che sostiene le buone abitudini ambientali e aiuta a migliorare la raccolta differenziata, e sarà presente al salone Key Energy di tecnologie e servizi sull'energia e sulle fonti rinnovabili con Hera Comm. (fonte: agenzia/Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hera pronta all'esordio a Ecomondo, sarà in fiera con uno stand composto da materiale riciclato

RiminiToday è in caricamento