menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oltre 2 milioni e mezzo le presenze congressuali nel Riminese

Il consuntivo dell’anno 2011 registra 6.649 eventi ospitati (-4,15% rispetto al 2010), 1.329.672 partecipanti (+12,45%) e 2.518.298 giornate di presenza congressuale (-7,26%)

L’Osservatorio Congressuale Riminese, l’indagine realizzata dal prof. Attilio Gardini dell’Università di Bologna/Rimini Campus Branch su incarico Convention Bureau della Riviera di Rimini, evidenzia anche nel Rapporto per l’anno 2011 la tendenza strutturale di crescita del sistema congressuale locale (+36,87% nel periodo 2004/2011). Un dato positivo che riflette la dinamicità dell’attività congressuale nella provincia di Rimini in un quadro nazionale critico che continua a subire, a differenza di altre destinazioni europee, gli effetti della crisi economica (-6,8%).
 
Il consuntivo dell’anno 2011 registra 6.649 eventi ospitati (-4,15% rispetto al 2010), 1.329.672 partecipanti (+12,45%) e 2.518.298 giornate di presenza congressuale (-7,26%). Sebbene infatti la fase recessiva abbia portato ad una riduzione del numero di manifestazioni organizzate e della loro durata, l’aumento della dimensione media (+16,60%) e la crescita degli incontri e delle presenze internazionali (rispettivamente del +3,6% e del +12,45%) ne hanno ridotto considerevolmente l’impatto portando a valore positivo il numero dei congressisti ospitati.
 
La forte contrazione della domanda interna (-13% degli eventi a carattere nazionale e -3,4% di quelli regionali) mette chiaramente in luce la specificità italiana della crisi. Malgrado ciò le aziende continuano ad investire nel settore e il corporate si conferma il principale cliente della Riviera: il 63,6% degli incontri organizzati è rappresentato da convention. A seguire - con un forte distacco - i convegni a carattere politico (21,1% del totale), scientifico (7,1%) e associazionistico (8,2%).

 
Le ragioni della tenuta del “sistema riminese” - sempre secondo il prof. Gardini - stanno nella strategia d’investimento in strutture di elevato profilo e nei progetti di promo-commercializzazione che hanno migliorato la competitività della destinazione e il suo posizionamento all’estero, trainando in questo percorso le imprese più dinamiche della filiera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica bollette luce e gas: quando e come ottenerla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento