rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Economia

Nell'anno dell’aumento dei costi dell’energia la prima edizione della fiera sulla transizione energetica

Nei padiglioni di Italian Exhibition Group debutta K.EY – The Energy Transition Expo, l'appuntamento di riferimento su tecnologie, servizi e soluzioni integrate per l’efficienza energetica e le energie rinnovabili

Il 2022 è stato l’anno dalla crisi climatica, dalle tensioni internazionali e dall’aumento dei costi dell’energia. Ma è stato anche l’anno dei record per le energie rinnovabili, la cui capacità totale mondiale, secondo il Rapporto Renawables 2022 dell’IEA (International Energy Agency), è destinata a raddoppiare entro il 2027, superando il carbone e diventando la principale fonte di elettricità globale nel 2025. Le rinnovabili corrono sempre più veloci anche in Europa, trainate soprattutto da solare ed eolico, e in Italia, dove, secondo l’Osservatorio FER realizzato da ANIE Rinnovabili sulla base dei dati Gaudì di Terna, la fine del 2022 ha fatto registrare 1.989 MW di nuova potenza installata (+146% rispetto allo stesso periodo del 2021).

In questo scenario, si prepara a debuttare K.EY – The Energy Transition Expo, la fiera di IEG (Italian Exhibition Group) di riferimento in Italia, Africa e bacino del Mediterraneo su tecnologie, servizi e soluzioni integrate per l’efficienza energetica e le energie rinnovabili, in programma dal 22 al 24 marzo presso il quartiere fieristico di Rimini. Un evento per la prima volta stand alone, con un nuovo nome, un nuovo format e un’inedita collocazione in primavera, che, a meno di tre mesi di distanza dall’ultima edizione di Key Energy, ha già superato le attese, raccogliendo numerose adesioni a livello nazionale, europeo ed extraeuropeo e confermando l’interesse che da sempre il mercato dimostra per la manifestazione. Si prevedono il raddoppio dell’area espositiva distribuita all’interno di 12 padiglioni, un aumento di oltre il 30% dei brand con la presenza dei principali leader di mercato in tutti i settori e un significativo ampliamento delle filiere.

K.EY – The Energy Transition Expo valorizza l’esperienza maturata da Key Energy nel corso delle 15 edizioni precedenti e mantiene stretto il legame con Ecomondo, ponendosi obiettivi ancora più ambiziosi: rafforzare la propria leadership sui temi dell’efficienza e della transizione energetica e consolidare il ruolo di network di riferimento per tutte le community coinvolte. La tre giorni di business e networking riminese avrà un respiro ancora più internazionale, grazie al supporto di ICE - Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, e alla presenza di numerosi operatori e aziende espositrici dall’estero, con oltre 200 delegati provenienti da Sud Europa, Balcani, Africa Sub Sahariana, Medio Oriente e Cina.

Fra le novità, il layout, con spazi molto più ampi, un doppio ingresso dalle hall sud ed est, e, per la prima volta, sei aree espositive tematiche (una per ciascuno dei sei settori della manifestazione) ben delineate, ma allo stesso tempo connesse fra loro, per esplorare il tema dell’efficienza energetica da tutti i punti di vista. Largo anche all’innovazione sotto la cupola del quartiere fieristico di Rimini, con l’area dedicata a Start-up e Scale-up nell’Innovation Square, lo spazio espositivo fisico e virtuale riservato alle giovani aziende e agli innovatori green italiani e internazionali che offrono prodotti e servizi legati alla transizione energetica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nell'anno dell’aumento dei costi dell’energia la prima edizione della fiera sulla transizione energetica

RiminiToday è in caricamento