Condhotel, il parere: "Strumento di riqualifica del comparto alberghiero"

L’amministrazione comunale di Riccione guarda "con estremo favore" alla strada intrapresa dalla Regione

 Con l’approvazione della Regione Emilia Romagna, entro l’estate, del regolamento attuativo dei Condhotel si rafforza e si apre la possibilità per i Comuni di agire per la realizzazione di una formula ricettiva nuova, che accolga la riqualificazione come leva per i privati di contare su nuove risorse e offrire maggiori servizi. L’amministrazione comunale di Riccione guarda "con estremo favore" alla strada intrapresa dalla Regione, in quanto "si tratta di un importante strumento per la riqualificazione del comparto alberghiero che si inserisce in modo perfettamente funzionale alla nuova variante al Rue del Comune di Riccione, approvata nel 2016 ed entrata in vigore nel 2017".
 
In attesa che il regolamento attuativo venga approvato in estate, l'amministrazione sottolinea che questo "è un percorso sul quale questa amministrazione ha creduto fin da subito, anticipando i contenuti di una tendenza in evoluzione sul tema della destinazione alberghiera. La variante prevede un aumento di superficie del 20% nei casi di riqualificazione degli alberghi con la messa a norma sismica, l’efficientamento energetico o abbattimento delle barriere architettoniche, e la conseguente possibilità di destinazione a residenza temporanea turistica, ed un bonus di 380 metri quadri per la realizzazione di un centro benessere".

"Il tema della riqualificazione della zona turistica della città è estremamente importante per un rilancio strategico della città tanto che, il recupero di aree e comparti di tessuto urbano rientra anche nell’avviso pubblico che il comune di Riccione ha indetto e che, si ricorda, scadrà il 24 maggio, per presentare manifestazioni di interesse da parte dei privati in attuazione del piano strutturale comunale - conclude l'amministrazione -. Provvedimento inserito nella corretta attuazione della legge urbanistica regionale numero 24 del 21 dicembre 2017, che ha come cardine portante la limitazione del consumo del suolo".

L'intervento del sindaco di Rimini

Per il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, le novità contengono "molti elementi positivi che potranno certamente essere d'aiuto ai Comuni della nostra regione, per irrobustire e sostenere progetti di riqualificazione urbana e turistica, con investimenti importanti sia di parte pubblica che di quella privata. E' una leva in più, uno strumento già previsto nell' 'Sblocca Italia' che può consentire operazioni utili e interessanti, così come avviene già tra i nostri competitor esteri dove è richiesta una proposta di ricettività anche di tipo residenziale. Proprio per questo l'opportunità di realizzare i condhotel deve essere sempre calata nell'ambito di programmi precisi che abbiano al centro il prodotto turistico e un progetto industriale turistico".

"Il Condhotel è una forma particolare che non va calata genericamente su un territorio o su un'area: la precisione dell'obiettivo che si vuole ottenere è tutto, altrimenti si scivola nella pura speculazione immobiliare con l'illusione di voler riqualificare il patrimonio alberghiero - prosegue il primo cittadino -. Siamo favorevoli all’innovazione di prodotto per il contesto urbano, per la spiaggia, per gli alberghi e le strutture ricettive. Occorre però inserire tutto ciò in una visione d’insieme. Noi vogliamo tutelare la rendita d’impresa e per questo crediamo che quella dei Condhotel sia un’opportunità vera se calata con precisione e con obiettivi di fondo ben definiti. Di converso, se venisse a mancare chiarezza, il rischio sarebbe quello del semplice palliativo o di alimentare la rendita immobiliare".

"E’ stata fatta una buona legge regionale sull’urbanistica, che prevede al suo interno i cosiddetti Piani Urbanistico Generali (PUG) - continua -. Come andranno a integrarsi questi con le disposizioni sui Condhotel? I Condhotel potranno essere applicati alle ex colonie marine? I servizi in comune (portineria, reception, anche ristorazione) saranno di livello o ci troveremo i panni stesi fronte mare? Il vincolo ricettivo è di 10 anni e dopo questo tempo cosa succede, si lascia spazio alle sole palazzine? Occorre però inserire tutto ciò in una visione d’insieme, in una strategia non per l’oggi ma che si chieda anche cosa succederà tra 10 anni. Come Comune di Rimini guardiamo con molto interesse e molta attenzione a questa novità, allorchè sarà messa nera su bianco, avendo in essere un radicale progetto di riqualificazione della zona turistica. Ma deve essere ben chiara una cosa: a Rimini questo non sarà il, 'tana libera tutti' per trasformare indiscriminatamente marginali o fuori mercato in appartamenti vista mare. Non permetteremo operazioni speculative proprio perché al centro di tutto sta la proposta e l'offerta turistica".

"In questo senso la mia richiesta esplicita, più volte esplicitata anche in passato, è che il decreto attuativo regionale sia scritto coinvolgendo i soggetti attuatori delle future norme, e cioè i Comuni - conclude -. E questo proprio perché ogni situazione territoriale ha una sua specificità che la genericità della norma non aiuterebbe a cogliere l’obiettivo. Credo e spero che la Regione Emilia Romagna colga questo contributo a una discussione e al coinvolgimento su un provvedimento strategico per il futuro di tutti i territori, evitando la tentazione di un neocentralismo che non permetterebbe di cogliere appieno gli obiettivi positivi del provvedimento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento