rotate-mobile
Domenica, 3 Marzo 2024
Economia

A Rimini una retribuzione lorda inferiore a 11 euro l'ora, la Cgil apre al confronto sul salario minimo

Di salario minimo e contratti si parlerà venerdì 30 settembre nel secondo degli incontri della terza edizione delle Giornate Rosso Quadrato organizzate dalla Cgil di Rimini

Secondo i dati Istat, nel 2019, nel territorio riminese la retribuzione lorda oraria nel settore privato (mediana) è stata pari a €10,91 (la più bassa in Regione), inferiore per i contratti a termine, diminuita nel 2020. Il reddito dichiarato da lavoro dipendente e assimilati, nel 2019, in provincia è stato pari a 18.135 euro e nel 2020 pari a 17.700 euro. Il dibattito sul salario minimo in Europa si è protratto per diverso tempo, finché le Istituzioni europee hanno intrapreso una strada diversa dalle politiche di austerità, approvando la Direttiva Europea il 14 settembre 2022, su salari minimi adeguati. Il dibattito e il confronto sono avvenuti anche in Italia dove il lavoro povero è sempre più diffuso e le quote salariali sono in declino.

In Italia, secondo il Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro (Cnel), a giugno 2022 erano in vigore 936 contratti collettivi nazionali. Esiste dunque un’ampia fetta di lavoratori che è coperta dal minimo tabellare. Tuttavia, la stipula di contratti collettivi non è obbligatoria (altrimenti, si parlerebbe di salario minimo legale) ed esistono imprese e tipologie di contratti di lavoro individuali in cui non è applicabile nessun contratto collettivo.

"Combattere la precarietà e il lavoro povero che ha portato la media dei salari italiani all’ultimo posto delle graduatorie europee - dice la Cgil -, vuol dire arrivare ad una legge sulla rappresentanza che cancelli i contratti pirata, ed anche recepire la direttiva europea sul salario minimo, con la sua definizione non con un valore orario, ma prendendo a riferimento il trattamento economico complessivo dei contratti nazionali di lavoro sottoscritti dalle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative".

Di salario minimo e contratti si parlerà venerdì 30 settembre (dalle 17) nel secondo degli incontri della terza edizione delle Giornate Rosso Quadrato organizzata dalla Cgil di Rimini. Dopo la tavola rotonda il contributo dell'onorevole Luciana Castellina rispetto alle nuove tendenze, non solo giovanili, di persone non più disposte a focalizzare la propria esistenza sul lavoro e la carriera.

Il meteo prevede pioggia pertanto l’incontro si terrà presso la sala Marvelli in via Dario Campana n.64 (sede della Provincia). Altrimenti, presso il Giardino delle sculture (Museo P’Art di piazza Cavour) in via Giuseppe Verdi, sempre con inizio alle 17.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Rimini una retribuzione lorda inferiore a 11 euro l'ora, la Cgil apre al confronto sul salario minimo

RiminiToday è in caricamento