Carnevale Senza Fili al Teatro Leo Amici

Nel mese del carnevale, il Teatro Leo Amici propone uno spettacolo dedicato a grandi e piccini, all'insegna dell'allegria e del divertimento. Senza Fili – in scena ogni domenica alle 16.30 – mescola mimo e show circensi, danza e canto, musical e skecth teatrali dando vita ad un irrefrenabile cascata di risate e al contempo emozionando incredibilmente il pubblico per i temi trattati, prima di tutto la libertà. Infatti in "Senza fili" la luce di una fata chiamata Libertà avvolge due burattini dalle fattezze umane che scoprono così di poter danzare senza fili; il cattivo burattinaio li insegue, nella loro fuga li accoglie il circo che al suo interno vede personaggi "diversi" ma tutti amici e nel suo vagabondare, coinvolge lo spettatore in un carosello di danze folkloristiche tradizionali con colori e costumi di tutto il mondo, per un ripasso live di usi delle popolazioni della Terra, toccando Grecia, Russia, Ungheria, Arabia, Italia, Francia, ecc.

Interpreti: Libertà: Albatea Internullo Burattinaio: Riccardo Mei. Conduttore buffo: Matteo Mecozzi (già tra gli interpreti principali nel video Geppetto di Edoardo Bennato) Marionette piccole: due giovanissimi artisti Josuè Raponi e Helena Siracusa. Marionette adulte il coreografo e primo ballerino Gianluca Raponi (Geppetto nell'ultimo video sull'omonimo brano di Edoardo Bennato) e la prima ballerina Simona Imola (in teatro in Alleluja Brava Gente, Rugantino, in numerose trasmissioni televisive). 
Info e prenotazioni 345.8045807.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • In mostra la collezione di burattini e vestitini del Museo Etnografico

    • dal 7 novembre 2020 al 28 febbraio 2021
    • Biblioteca Baldini
  • Quali sono le sfide del 21esimo secolo? Se ne parla in diretta streaming con 5 filosofi

    • Gratis
    • dal 15 gennaio al 12 marzo 2021
    • diretta streaming Biblioteca Misano
  • Baci dal mondo un Flash mob ecumenico per il “Francesca day”

    • 8 marzo 2021
  • "Non chiamatelo raptus" vignette in mostra contro sessismo, violenza e discriminazione di genere

    • dal 5 al 15 marzo 2021
    • vetrine negozi centro storico e facebook
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RiminiToday è in caricamento