Celestini mostra il suo Gesù di periferia in "Laika"

Allo Spazio Tondelli di Riccione sale sul palco Ascanio Celestini uno tra gli attori italiani più amati. La bella stagione, cartellone teatrale della Perla Verde, si avvicina alle feste con una serata lontana dai classici schemi natalizi. Venerdì 16 dicembre Celestini porta in scena Laika, spettacolo in cui veste i panni di un Gesù improbabile, che sostiene di essere stato mandato più volte sulla terra. 

Il Gesù di Celestini non predica per le antiche strade della Terra Santa ma vive chiuso in un appartamento di oggi, in una periferia come tante: dalla sua finestra si vede il parcheggio di un supermercato e un barbone che di giorno chiede l’elemosina e di notte dorme tra i cartoni. Con Gesù c’è Pietro, che passa gran parte del tempo a operare concretamente nel mondo: fa la spesa, compra pezzi di ricambio per lo scaldabagno, si arrangia con lavori saltuari. È lui, uomo del popolo e apostolo propenso all’ascolto, a mantenere i rapporti con l’esterno, perché in casa sua Gesù non ammette nessun altro. Eppure, questo Cristo contemporaneo non smette mai di interessarsi a quello che accade nel mondo, come se si fosse incarnato per osservare l’umanità, e non per redimerla. Soprattutto vuole avere notizie del barbone che vive sotto la sua finestra: non per salvarlo dalla povertà, ma per fargliela vivere allegramente.

Accompagnato da Gianluca Casadei alla fisarmonica e dalla voce fuori campo di Alba Rohrwacher, Celestini dà vita a un personaggio pieno di vita: un essere umanissimo fatto di carne, sangue e parole. Forse è solo uno schizofrenico, forse è il figlio di Dio incarnatosi nell’umanità di oggi, con tutti i suoi dubbi e le sue paure. 

“Con la crisi delle ideologie” afferma Celestini “anche le religioni (in quanto visioni totalizzanti e dunque ideologiche) hanno subito un contraccolpo. L’ebraismo ha trovato una patria mescolando le incertezze religiose alle certezze nazionaliste, anche l’islamismo è diventato una religione di lotta e di governo, mentre il cristianesimo si trova a vivere la sua fase più contraddittoria con due papi viventi uno accanto all’altro, ma con due volti contrastanti: il rigido teologo e il prete di strada. A distanza di un paio di millenni ci troviamo ora a rivivere le incertezze del cristianesimo delle origini, frutto dell’ebraismo e seme dell’Islam. Queste incertezze vorrei che passassero in maniera obbligatoriamente grottesca e ironica nel personaggio che porterò in scena: un povero Cristo che può agire nel mondo solo come essere umano tra gli esseri umani. Uno che sente la responsabilità, ma anche il peso di essere solo sul cuor della terra.” 

Scritto e diretto da Celestini, Laika è una produzione Fabbrica, in coproduzione con RomaEuropa Festival 2015 e Teatro Stabile dell’Umbria.

Biglietteria Spazio Tondelli: giovedì (15-19), sabato (10-13).
Informazioni: tel. 320 0168171 (lunedì-venerdì, ore 10-13).

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • "Esodo" di Simone Cristicchi apre la nuova stagione teatrale del cinema teatro Astra

    • 28 ottobre 2020
    • Palazzo del Turismo
  • Mentre vivevo, torna la rassegna teatrale tra burattini e film d'animazione

    • dal 11 ottobre al 8 dicembre 2020
    • Sala Teatro del Centro Sociale Poggio Torriana
  • Teatro Pazzini, riparte la stagione tra comicità, musica e prosa

    • dal 7 novembre al 19 dicembre 2020
    • Teatro Pazzini

I più visti

  • Parole controtempo, Vito Mancuso parla di Virtù

    • dal 9 ottobre al 20 novembre 2020
    • Cinema Teatro Astra di Misano
  • Sagra Malatestiana, ottobre tra concerti sinfonici, Musiche da Camera e omaggio a Fellini

    • dal 1 al 31 ottobre 2020
    • Teatro Galli
  • La Fortezza di San Leo ospita la personale di Andrea da Montefeltro

    • Gratis
    • dal 12 settembre 2020 al 6 gennaio 2021
    • Fortezza di San Leo
  • La Madonna Diotallevi di Raffaello in mostra al Museo della Città

    • dal 16 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
    • Museo dela città
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    RiminiToday è in caricamento