Serate in... filosofia con Massimo Cacciari e Nicola Lai

Doppio appuntamento a Terre del futuro al Cinema Astra di Misano Adriatico.
Mercoledì 15 Novembre arriva Massimo Cacciari che declinerà il Futuro attraverso la parola Umanesimo.
È Umanesimo la parola con cui farsi interpreti del futuro per Massimo Cacciari, che argomenterà diffusamente le ragioni di tale scelta nel corso della propria conferenza (mercoledì 15 novembre). Volgendo la sguardo al mondo classico gli umanisti hanno saputo imprimere un notevole rinnovamento alla società medioevale. Allo stesso modo, fare tesoro del lascito dell’Umanesimo può fornire significativi stimoli nel vincere le sfide del nostro tempo. Come la cultura umanistica è stata in grado di valorizzare il confronto fra orizzonti culturali assai lontani, compiendo una grande opera di traduzione dal mondo antico, dal greco e dell’ebraico, così oggi, di fronte alla globalizzazione, è quanto mai necessario promuovere il dialogo tra diversi ed il riconoscimento reciproco. L’alternativa cui altrimenti si va incontro è una società nella quale ci si evita, fondata sull’indifferenza, che avvalla la sola religione economica. Una società, in definitiva, dove non c’è più posto per l’uomo.

Venerdi 17 Novembre Nicola Lai, etnologo, documentarista,  docente di sociologia presso l’Università di Kingston a Londra si misurerà con un tema di grande attualità: Immigrazione e speranza.
Nel dirigere la vista verso l’avvenire non si può peraltro non scorgere la speranza che spesso sostiene lo sguardo. Quella fiduciosa attesa di un futuro migliore che, assumendo a riferimento un campo di indagine attualissimo, è possibile rinvenire negli occhi dei migranti. Su di essa si soffermerà, nell’incontro dedicato a Immigrazione e speranza (venerdì 17 novembre), Nicola Mai, professore di sociologia presso l’Università di Kingston a Londra. I nostri schermi sono saturati quotidianamente di immagini che ci parlano della sofferenza dei migranti, vittime di tratta, naufraghi, moderni schiavi. Questo immaginario di disperazione e vittimizzazione contrasta fortemente con la determinazione e la speranza che animano la mobilità di tanti uomini e donne. Analizzando le loro traiettorie esistenziali proprio attraverso la metafora della speranza, Mai proporrà nuovi paradigmi interpretativi dei fenomeni migratori che stanno attualmente interessando l’Italia ed il resto dell’Europa.

Gli incontri si terranno presso il Cinema-teatro Astra con inizio alle ore 21.
Info: 0541.618484

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • A Riccione parte il ciclo di conversazioni di "Arte e moda. Dialogo nel tempo"

    • fino a domani
    • Gratis
    • dal 25 ottobre al 29 novembre 2020
    • Palazzo del Turismo
  • Biblioterapia, torna l'appuntamento coi libri che "curano"

    • dal 24 ottobre al 19 dicembre 2020
    • Biblioteca Gambalunga
  • Nicolò Govoni presenta online il suo libro fotografico "Attraverso gli occhi"

    • Gratis
    • 30 novembre 2020
    • diretta streaming

I più visti

  • Una mostra alla scoperta dell'arte di Byro

    • Gratis
    • dal 29 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021
    • duoMo hotel
  • La Fortezza di San Leo ospita la personale di Andrea da Montefeltro

    • Gratis
    • dal 12 settembre 2020 al 6 gennaio 2021
    • Fortezza di San Leo
  • La Madonna Diotallevi di Raffaello in mostra al Museo della Città

    • dal 16 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
    • Museo dela città
  • A Riccione parte il ciclo di conversazioni di "Arte e moda. Dialogo nel tempo"

    • fino a domani
    • Gratis
    • dal 25 ottobre al 29 novembre 2020
    • Palazzo del Turismo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RiminiToday è in caricamento