UlisseFest: torna il festival dei grandi viaggiatori

Si parlerà di cammini, viaggi outdoor, viaggi in solitaria o in compagnia, viaggi estremi tra montagne e mari, scrittura di viaggi, durante reading, proiezioni cinematografiche, ma anche concerti, spettacoli, dibattiti, testimonianze che apriranno una finestra sul mondo e sull’inesauribile passione che spinge l’uomo a scoprirlo. Tutto questo accadrà all’Ulisse Fest, il festival di viaggio di Lonely Planet, giunta alla terza edizione, che dal 12 al 14 luglio animerà il centro storico di  Rimini.

La festa del viaggio sarà l’occasione per portare in scena la grande passione che accomuna chi ama scoprire il mondo e per iniziare, un nuovo viaggio che si svolgerà sul palco di Piazza Cavour, passando dall’iconico Cinema Fulgor fino ad arrivare per la prima volta al Teatro Galli, riportato allo splendore originario dopo oltre 70 anni di chiusura. Il tema di quest’anno è Perché viaggiamo? Un interrogativo rivolto a tutti. È un invito a riflettere su una delle dimensioni più importanti e costitutive della natura umana, il viaggio. ma anche un omaggio alla Rimini romana e rinascimentale che oltre alle spiagge che l’hanno resa capitale turistica, è una città carica di storia e di luoghi di grande bellezza.

La domanda verrà rivolta agli ospiti: scrittori, artisti, fotografi, giornalisti, uomini di cultura e semplici viaggiatori.
A offrire il proprio punto di vista e a rispondere al quesito vi saranno ospiti di rilievo internazionale come Tony Wheeler, il cofondatore di Lonely Planet, e Carlo Petrini, l’ideatore di Slow Food, che apriranno il Festival. La rosa degli invitati sarà più che mai ampia e variegata: UlisseFest avrà con sé protagonisti dello sport, come l’olimpionica Tina Maze; ricercatori che hanno fatto del viaggio una ragion d’essere, come Bill Streever; scrittori e indagatori dello spirito del nostro tempo, come Donatella Di Pietrantonio, Bruno Arpaia, Francesco Piccolo, Elena Stancanelli, Roberta Scorranese, Leonardo Piccione, Emanuele Coen, Alex Kerr e tanti altri; assidui frequentatori dell’universo musicale come Ezio Guaitamacchi, o delle scene teatrali, come Iaia Forte, che ci fornirà una personalissima lettura di Omero al femminile.

Poiché la musica ha la capacità di farci viaggiare, UlisseFest porterà musica e spettacolo nella centralissima Piazza Cavour con grandi artisti che sono essi stessi l’emblema del viaggio, come il chitarrista tuareg Bombino, la regina del fado Ana Moura, affiancata per l’occasione dal poliedrico trombettista Giorgio Li Calzi, e il pianista e compositore Stefano Bollani, accompagnato dal musicista brasiliano Hamilton de Holanda.

E ancora. Grande attenzione all’outdoor, inteso come rapporto diretto, fisico e autentico dell’uomo con la natura. Ce lo racconterà Il viaggiatore-filosofo norvegese Erling Kagge, ma saranno protagonisti anche la montagna, nelle esplorazioni della guida alpina Mario Casella o dell’organizzatore di spedizioni alpinistiche Manuel Lugli; i mari, nella sonorizzazione del
documentario Planet Ocean da parte di Erica Scherl e Valerio Corzani, gli artisti del duo Interiors. Si andrà alla scoperta di luoghi remoti e suggestivi, con il reportage in Etiopia ed Eritrea di Antonio Politano e le immagini suggestive di una mostra interamente dedicata alla Giordania.

E per chi vuole imparare a raccontare il viaggio, ci saranno diversi workshop: come diventare autore Lonely Planet, con la responsabile della redazione guide Lonely Planet Silvia Castelli. Come raccontare il viaggio con le immagini con il workshop filmaking di Ludovico de Maistre, regista di documentari, reportage e filmati di viaggio, che vi guiderà in un percorso formativo per scoprire tutte le fasi di un progetto video, potrete poi ampliare i vostri orizzonti guardando il mondo dall’alto con il workshop in videomaking con drone e fotografia aerea: normative, tecnica e opportunità.
Se il vostro modo preferito di raccontare un viaggio, invece, prevede disegni tracciati su un foglio (di carta o digitale) potrete sbizzarrirvi nel disegnare una mappa emozionale con Luigi Farrauto, cartografo e autore Lonely Planet, e Andrea Formenti, divulgatore culturale e autore Lonely Planet, o imparare direttamente dalla mano di Emiliano Ponzi, illustratore, tra gli altri, per The New Yorker, MoMa e Gucci.

Ci sarà anche la possibilità di partecipare a molti laboratori gratuiti,

E poi tanto cinema con Yao alla Corte degli Agostiniani e chiuderà sul palco della piazza Cavour con un evento che renderà omaggio alla vocazione di Rimini per la festa e il divertimento: la proiezione di Priscilla, la regina del deserto, in occasione dei 25 anni dall’uscita della pellicola, con la conduzione delle Nina’s Drag Queens e a seguire una festa in un locale della città.
Per il programma completo cliccate su www.ulissefest.it
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • Parole controtempo, Vito Mancuso parla di Virtù

    • dal 9 ottobre al 20 novembre 2020
    • Cinema Teatro Astra di Misano
  • Sagra Malatestiana, ottobre tra concerti sinfonici, Musiche da Camera e omaggio a Fellini

    • dal 1 al 31 ottobre 2020
    • Teatro Galli
  • La Fortezza di San Leo ospita la personale di Andrea da Montefeltro

    • Gratis
    • dal 12 settembre 2020 al 6 gennaio 2021
    • Fortezza di San Leo
  • Una mostra alla scoperta dell'arte di Byro

    • Gratis
    • dal 29 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021
    • duoMo hotel
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    RiminiToday è in caricamento