Sport Riccione

Assoluti di nuoto a Riccione: Luca Dotto cancella il record 'gommato' di Magnini

Altri due pass olimpici, ma anche record clamorosi, in questa giornata iniziata alla grande già dalla mattina con Gabriele Detti a sfiorare in batteria il suo personale nei 400 stile libero

Un’altra splendida giornata di gare allo Stadio del Nuoto di Riccione per gli Assoluti UnipolSai più importanti del quadriennio (fino a sabato 23/04), quelli che portano agli Europei di Londra e, soprattutto, formano la squadra olimpica per Rio de Janeiro. Altri due pass olimpici, ma anche record clamorosi, in questa giornata iniziata alla grande già dalla mattina con Gabriele Detti a sfiorare in batteria il suo personale nei 400 stile libero. Mostruosa la gara dell’atleta tesserato Esercito/Team Lombardia in finale: il 3’43’’97 è la terza prestazione mondiale della stagione e seconda mai nuotata in Italia dietro a Rosolino (3’43’’40).

Per Gabriele Detti arriva dunque il secondo pass per Rio dopo quello conquistato già nella prima giornata di gare a Riccione nei 1.500 stile libero.Pass olimpico conquistato anche da Ilaria Bianchi nei prediletti 100 farfalla. L’atleta di Castel San Pietro Terme  (Fiamme Azzurri/Azzurra91) con 57’87 prepara la valigia per le Olimpiadi (57’7 il tempo minimo richiesto) pur andando lontana dal migliore italiano, ma lasciandosi dietro Aurora Petronio e Arianna Letrari, entrambe sotto il minuto. Per la Bianchi si tratta della terza olimpiade.Nella finale dei 200 dorso, la gara più attesa con il riccionese Simone Sabbioni, vince Luca Mencarini, seguito da Christopher Ciccarese, con Sabbioni sul terzo gradino del podio (1’58’’96). Un approccio comunque positivo per il romagnolo che non ha nelle 4 vasche la sua specialità. I primi due della classifica in questione conquistano entrambi gli Europei di Londra.

Nei 400 misti donne senza Stefania Pirozzi, il titolo va a Luisa Trombetti in 4’38″54 (a mezzo secondo dal limite richiesto per i Giochi Olimpici) davanti alla giovanissima e promettente Sara Franceschi in 4’40″03 (nuovo record categoria “Cadetti”) e a Carlotta Toni (4’41″27). Le tre nuotatrici ottengono il pass per la rassegna continentale.Atteso successo nei 50 farfalla uomini per Piero Codia in 23″56 che si riscatta con Matteo Rivolta (campione italiano nei 100) in 23″82. Alle loro spalle Daniele D’Angelo. Ma le emozioni in questi Assoluti 2016 a Riccione non finiscono mai. Luca Dotto nella prima frazione della 4x100 stile libero con la cuffia della Forestale piazza un clamoroso 47’96, rompendo il muro dei 48 secondi nella gara regina. Cancellato il record “gommato” di Magnini (48’’04) e oltre al record italiano, seconda prestazione stagionale al mondo insieme al campione del mondo cinese Ning Zetao e dietro a McEvoy (47’’04), migliore di sempre in tessuto.

Nell’ultima gara del pomeriggio torna a brillare la stella di Federica Pellegrini, che porta all’oro la staffetta 4x200 stile libero femminile della Canottieri Aniene ( Ceracchi, Panziera, Quadrelli, Pellegrini) con una quarta frazione super in cui mette a segno una rimonta che pareva impossibile. 8’03’’48 il tempo finale con un 56’’34 da urlo per la “Divina”. Medaglia di bronzo per il Gs Fiamme Oro (Carli, Musso, Pirozzi, Galizzi) in 8’04’’10 e bronzo al collo delle atlete del Team Veneto (Delantone, Cusinato, Casarin, Farronato) con il tempo di 8’17’’41.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assoluti di nuoto a Riccione: Luca Dotto cancella il record 'gommato' di Magnini
RiminiToday è in caricamento