rotate-mobile
Calcio

Il Rimini torna al Neri per chiudere la pratica salvezza e dare la caccia ai playoff: mercoledì c'è l'Olbia

Mercoledì sera i biancorossi ospitano i sardi, mentre domenica al Neri arriverà la Vis Pesaro

Due partite casalinghe consecutive per il Rimini: mercoledì sera (ore 20:30) al Neri arriva l'Olbia, domenica la Vis Pesaro. Queste due gare dovranno servire ai biancorossi per riscattare l'ultima sconfitta contro il fanalino di coda Fermana e archiviare la pratica salvezza. Alla vigilia della sfida ai sardi, il tecnico Emanuele Troise definisce la partita "un'altra opportunità fondamentale per chiudere un discorso e continuare ad aprire quelle porte che sono alla portata, per raggiungere anche l'altro obiettivo", riferendosi al traguardo dei playoff, attualmente distante 2 punti. 

Troise cerca poi di spiegare perché la sua squadra vada sempre in svantaggio: "Non riusciamo a rimanere costanti in quella mentalità e in quei dettagli. È anche vero che spesso il risultato lo abbiamo ribaltato in poco, è successo anche a Fermo. La cosa che ci ha fatto più male è stato il gol (del momentaneo 2-2, ndr) subito al 40′, ancora per una questione di dettagli. Ma io non parlo di mentalità, di attenzione, di assunzione di responsabilità solo per i gol subiti, perché Fermo ci dice anche che a un certo punto avremmo potuto fare il terzo gol, qualche scelta diversa, gli spazi c’erano. Quindi è una squadra che ha continuato in questo percorso ad accendersi e a spegnersi troppo facilmente, ha sempre dimostrato di aver bisogno di qualche motivazione anche all’interno della gara. Se vogliamo fare lo step successivo, il periodo dell’anno ti dice che nel momento in cui il risultato è sempre in bilico hai bisogno di fare quello step di responsabilità e di maturità". Mancheranno per infortunio Marchesi, Rosini, Langella mentre restano in dubbio Leoncini e Megelaitis. 

Chi tornerà è invece Pietrangeli: partirà titolare? "Potrebbe tornare perché è un altro giocatore che è lontano dai campi dalla partita contro l’Ancona, è riuscito a fare pochissimi allenamenti, condizionato da qualche problema di troppo, compreso un virus intestinale. Chiaramente è un giocatore che non ha i 90 minuti, è riuscito a fare solo due-tre allenamenti di un certo tipo, ma che comunque continua a dare piena disponibilità perché lo conosciamo. È un ragazzo che si rende sempre disponibile, ma è da valutare il suo impiego dal primo minuto piuttosto che a partita in corso".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Rimini torna al Neri per chiudere la pratica salvezza e dare la caccia ai playoff: mercoledì c'è l'Olbia

RiminiToday è in caricamento