Santarcangelo Festival chiude il primo atto con 5mila ospiti in cinque giorni

E all’orizzonte si staglia già il secondo atto: "Winter is coming" al Teatro Il Lavatoio e in alcune altre sale del territorio da giovedì 3 a domenica 6 dicembre

Più di 5.000 presenze in 5 giorni: si è concluso domenica 19 luglio Futuro Fantastico, primo atto del cinquantennale di Santarcangelo Festival 2050, manifestazione fra le più longeve del settore che si svolge ogni anno a Santarcangelo di Romagna, registrando il tutto esaurito, con i biglietti sold out in pochi giorni dall’apertura delle vendite online (1 luglio) e l’aggiunta di alcune repliche straordinarie. Un Festival ridimensionato nella sua durata (e nelle capienze), oltre che condizionato nella programmazione, tra lockdown e norme anti-covid, ma per nulla ridotto nella sua dimensione comunitaria. In questo anno difficile, doloroso e ancora così incerto, non sono infatti i numeri a poter adeguatamente restituire l’impatto del Festival, il suo valore artistico, sociale e culturale. Per raccontare questa edizione ostinata, mai così desiderata e necessaria, per il pubblico, le artiste e gli artisti, gli operatori del settore, Daniela Nicolò e Enrico Casagrande, alla direzione artistica del cinquantennale del Festival fino a luglio 2021, desiderano ringraziare chi ha reso possibile che questo fantastico riavvicinamento di corpi, cuori e menti accadesse, in sicurezza e in bellezza: “A pochi giorni dall’apertura eravamo stanchi ma stranamente rilassati, con l’intima certezza che comunque tutto sarebbe andato per il meglio, forse perché nel lavoro comune e d’urgenza di costruzione del programma - e ri-definizione degli spazi - tutta l’equipe ha collaborato con una passione e una dedizione a dir poco commoventi. La natura ibrida del Festival, nei soli 5 giorni di programmazione, ha poi ancor più amplificato il potenziale fantastico della contaminazione fra le forme artistiche e fra i corpi. C’è stata una magnifica confluenza di comunità di spettatrici e spettatori (e addetti ai lavori) da tutta Italia, e sorprendentemente in parte anche dall’estero, che si sono fluidamente mescolate alla popolazione locale, creando una flora variopinta di presenze. Ed è proprio al pubblico che ci ha raggiunto con entusiasmo e spirito di collaborazione che va il ringraziamento più grande e caloroso!”

Dopo quasi 4 mesi di stop per le attività di spettacolo dal vivo, è grazie a tutte e tutti coloro che hanno partecipato a diverso titolo a questo Futuro Fantastico che il Festival è riuscito a riportare in scena per il cinquantesimo anno di fila a Santarcangelo di Romagna alcune delle esperienze e dei progetti più interessanti nell’ambito del teatro, della danza, della musica e della performance, dal pomeriggio (e a volte dalla mattina) fino a notte fonda, raccogliendo ancora una volta una comunità entusiasta, vivace, vitale, che non ha rinunciato al futuro, anzi.

Un grande ringraziamento va anche alle quasi cinquanta volontarie e volontari del territorio che hanno contribuito alla logistica di questi complessi 5 giorni, oltre che alle istituzioni e agli sponsor che hanno sostenuto l’organizzazione del Festival, credendo nelle sue inesauste potenzialità, in particolare i main sponsor Gruppo Hera, Gruppo Maggioli, Anthea Futura e Amir OF, in costante dialogo con il Festival, a cui hanno dedicato una preziosa attenzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E all’orizzonte infatti si staglia già il secondo atto di questo cinquantennale: Winter is coming porterà al Teatro Il Lavatoio di Santarcangelo di Romagna e in alcune altre sale del territorio da giovedì 3 a domenica 6 dicembre 2020 la seconda tappa di Santarcangelo Festival 2050, con alcune opere prime o “nuovi cominciamenti” di giovani artiste e artisti che in questi mesi riprenderanno le prove interrotte dei loro spettacoli, anche in residenza creativa a Santarcangelo, o al Teatro Dimora dell’Arboreto di Mondaino e al Teatro Petrella di Longiano, spazi che da anni agiscono in sinergia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento