rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca

A spasso con pistola e proiettili, incappa in un controllo della polizia e viene arrestato

Il giovane, già noto per reati analoghi oltre che per estorsione, viaggiava in auto insieme a un cittadino albanese trovato in possesso alcune dosi di cocaina

Un banale controllo da parte della polizia di Stato è costato le manette a un 30enne riminese arrestato a Porto Sant'Elpidio, nelle Marche, in quanto trovato in possesso di una pistola clandestina completa di munizioni ad alto potenziale. Il ragazzo viaggiava a bordo di una vettura guidata da un coetaneo albanese quando, sulla Ss16, sono incappati in una pattuglia che ha intimato loro l'alt. Al momento del controllo, entrambi sono apparsi estremamente nervosi. Visto l'atteggiamento, e il fatto che erano vecchie conoscenze delle forze dell'ordine. Gli agenti hanno chiesto l'intervento dei colleghi della Squadra Mobile che hanno proceduto alla perquisizione del veicolo guidato dallo straniero. Nascosto tra i sedili è spuntato il borsello del 30enne all'interno del quale era nascosta una pistola semiautomatica col caricatore inserito e 8 proiettili "camiciati" ovvero ad alto potenziale.

Dagli accertamenti, inoltre, è emerso che la matricola dell'arma era stata completamente abrasa. In tasca all'albanese, invece, sono spuntate alcune dosi di cocaina per uso personale che gli sono valsi la segnalazione alla Prefettura come assuntore e il ritiro della patente. Nei confronti dello straniero il Questore ha emesso un foglio di via obbligatorio e il divieto di ritorno nel comune di Porto Sant'Elpidio per il riminese invece, soggetto già noto per reati analoghi oltre che per estorsione, sono scattate le manette per porto di armi clandestine. Il fermo è stato convalidato dal gip che, nei suoi confronti, ha applicato la misura della custodia cautelare in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A spasso con pistola e proiettili, incappa in un controllo della polizia e viene arrestato

RiminiToday è in caricamento