rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca

Amante incinta ricatta e minaccia l'albergatore: "Se non paghi sei morto"

Minacciato e ricattato dall'amante rimasta incinta durante la loro relazione clandestina. La vittima un albergatore riminese di 43 anni. La donna, una 26ennne rumena, cameriera ai piani nell'hotel dell'amante, è stata denunciata

Minacciato e ricattato dall'amante rimasta incinta durante la loro relazione clandestina. La vittima un albergatore riminese di 43 anni. La donna, una 26ennne rumena, cameriera ai piani nell'hotel dell'amante, è stata denunciata in concorso con un connazionale di 27 anni, per minaccia ed estorsione ai danni del titolare dell'hotel. La relazione tra la cameriera e l'albergatore, già sposato, risale all'estate scorsa. Dopo qualche mese di passione, la ragazza rimane incinta.

La giovane a quel punto ha cominciato a pretendere dall'amante somme di denaro sempre maggiori. L'uomo ha inizialmente ceduto ai ricatti, sistemando l'amante in un appartamento a sue spese. Quando però non è riuscito più a gestire la situazione anche dal punto di vista economico, ha chiesto alla ragazza di fare il test del Dna per accertare che il figlio sia davvero il frutto della loro relazione.

Lei si è rifiutata una sera dello scorso ottobre si è presentato sotto casa dell'albergatore in compagnia di un amico per minacciare l'uomo: "Se non pagate siete morti". A quel punto l'albergatore ha confessato tutto alla moglie e all'ennesima scorribanda sotto casa dei due rumeni. La coppia ha allertato il 112 sporgendo denuncia. I due rumeni sono quindi indagati per estorsione aggravata e minaccia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amante incinta ricatta e minaccia l'albergatore: "Se non paghi sei morto"

RiminiToday è in caricamento