Cronaca Bellaria-Igea Marina

Prende a pugni i carabinieri e "azzanna" al braccio un agente della Municipale

Una vera e propria furia l'albanese arrestato a Bellaria che ha dato in escandescenza dopo aver trovato una multa sul parabrezza

E' bastata una multa, trovata sul parabrezza della propria auto, a trasformare in una furia un albanese 37enne che ha letteralmente azzannato un agente della polizia Municipale, strappandogli un lembo di carne dall'avambraccio, per poi aggredire con calci e pugni i carabinieri intervenuti per cercare di calmarlo. Il parapiglia si è scatenato nel pomeriggio di sabato quando, una pattuglia della Municipale, stava effettuando una serie di controlli stradali e ha sanzionato l'auto dello straniero per divieto di sosta. Il 37enne, trovando il foglietto sul parabrezza, ha iniziato a protestate violentemente fino a quando ha perso le staffe e aggredito l'agente mordendogli il braccio. La situazione è degenerata e, sul posto, è accorsa una pattuglia dei carabinieri di Bellaria coi militari che, non senza fatica, sono riusciti a bloccare l'esagitato nonostante questi li prendesse a calci e pugni. L'agente della Municipale è stato costretto a ricorrere alle cure dei sanitari e, curato in pronto soccorso, ne è uscito con una prognosi di 5 giorni. L'albanese, già noto alle forze dell'ordine per stalking e per reati analoghi a quello di sabato, è stato arrestato con l'accusa di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Processato per direttissima lunedì mattina, è stato condannato a 1 anno di reclusione con la sospensione della pena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prende a pugni i carabinieri e "azzanna" al braccio un agente della Municipale
RiminiToday è in caricamento