Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Una lettrice: "Il centro storico è in agonia"

Una lettrice condivide la sua preoccupazione per quella che definisce una lenta e progressiva decadenza del cuore della città, con fuga degli esercenti

La dottoressa Sara Amati, lettrice di Rimini Today, ci scrive per condividere la sua preoccupazione sullo stato del centro storico, di cui nota una lenta e progressiva decadenza, che documenta anche con uno scatto fotografico.

"La foto che invio è stata scattata un sabato pomeriggio alle 18 all'incrocio Serpieri/Guerrazzi/Tempio Malatestiano e ritrae una sola persona quando in altri tempi ce ne sarebbero state a decine anche se non è un punto di negozi ma di transito. Il tema dell'inarrestabile fuggi fuggi del commercio dal centro, tema se volete trito su cui sono stati spesi fiumi d'inchiostro, non è considerato primario in campagna elettorale mentre lo dovrebbe essere analizzando soprattutto le cause e la dinamica di come si è arrivati a questa situazione e ovviamente eventuali rimedi, ovvero proclamarne la morte o un ridimensionamento per cui non c'è rimedio stimabile nell'80% di quello che esso era negli anni passati rimanendo qualche segno di vitalità attorno piazza Cavour e nella zona dell'Arco, unica innervata dal trasporto pubblico che dal 2011-12 si tiene ben alla larga. Ed in effetti l'attuale giunta eredita un trasporto pubblico locale che ha capolinea in Piazza Gramsci ma attua un progressivo spostamento sempre più periferico e tangente al centro: da via Castelfidardo si passa a via Roma. Inoltre, praticamente tutti i parcheggi sono stati eliminati, restano soltanto quelli in  zona Borgo San Giuliano. Nessuna lista mette oggi come prioritario assieme ad altri un programma di interventi sui trasporti e sui parcheggi per rivitalizzare il Centro che è il luogo identitario per antonomasia di una comunità specie se esso è capoluogo di Provincia. La campagna Fila Dritto di fatto invita a "ignorare" il centro storico (chissà per altre destinazioni forse). In tutte le città di sabato - dico Bologna piuttosto che Ravenna nei dintorni - il centro storico è preso d'ssalto; come ovunque i mezzi pubblici passano fin sotto la residenza comunale e come ovunque si fanno parcheggi multipiano "al grezzo", gratuiti; vi è pertanto da circa 4-5 anni una volontà ad annichilire il centro come luogo di commercio con i provvedimenti predetti che puntano  a isolarlo dalle persone che non sono oggi più nelle condizioni di raggiungerlo in auto, coi mezzi pubblici la gioventù, a benfeficio forse di altri luoghi. Personalmente penso che ogni candidato, sindaco quello uscente incluso, dovrebbe esprimersi in maniera chiara sulla questione dire cosa farà".

Dottoressa Sara Amati

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una lettrice: "Il centro storico è in agonia"
RiminiToday è in caricamento