Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

La prima donna a capo dei Servizi segreti italiani ha origini romagnole

La famiglia di Elisabetta Belloni ha radici a Pennabilli e qui la direttrice generale del Dis ha fatto visita di recente

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha nominato l'ambasciatore Elisabetta Belloni direttore generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza, in sostituzione dell'attuale direttore generale, prefetto Gennaro Vecchione. Belloni è la prima donna a capo dei Servizi segreti italiani e questa nomina rende particolarmente orgogliosa la Romagna. Elisabetta Belloni, 63 anni, ha infatti radici nel Riminese, la sua famiglia è originaria di Pennabilli. E sulla pagina del Comune della Valmarecchia sono stati subito postati gli auguri: "Una pennese di origine a capo dei Servizi segreti italiani. I nostri migliori complimenti per l’incarico e un augurio di un buon e gratificante lavoro".

Quella di Elisabetta Belloni è una delle famiglie storiche del paese. Il papà, l'ingegnere Giorgio Belloni, scomparso nel 2020 a 96 anni, è stato un ingegnere stimato e ha progettato, tra i suoi lavori, anche il ponte Punta Penna Pizzone di Taranto, conosciuto anche come ponte Aldo Moro, inaugurato nel 1977. La neo direttrice del Dis è stata inoltre di recente a Pennabilli purtroppo per la sepoltura della mamma nel cimitero del paese. Nel borgo dell’Alta Valmarecchia la famiglia Belloni ha la cappella di famiglia e una casa nel centro del paese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La prima donna a capo dei Servizi segreti italiani ha origini romagnole

RiminiToday è in caricamento