rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca Lagomaggio / Via Venti settembre 1870

Ragazzino terribile ruba il cellulare a una coetanea e manda in ospedale i carabinieri

Un 17enne riminese crea il panico in via XX Settembre. I due militari dell'Arma, intervenuti per bloccarlo, sono stati costretti a ricorrere alle cure del pronto socccorso e dimessi con una prognosi di 15 giorni

Dovrà rispondere di furto, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, ingiurie e minacce il 17enne riminese che, giovedì pomeriggio, ha creato il panico in via XX Settembre a Rimini. Il minorenne aveva appena rubato un cellulare a una sua coetanea che, spaventata, aveva chiesto aiuto ai carabinieri. Sul posto è intervenuta una pattuglia dei carabinieri ma, alla vista delle divise, il ragazzino si è trasformato in una vera e propria furia tanto da aggredire fisicamente i militari che cercavano di caricarlo sull'auto di servizio. Dopo averlo bloccato, i due carabinieri sono stati costretti a ricorrere alle cure del pronto soccorso da dove sono stati dimessi con una prognosi di 15 giorni ciascuno. Il cellulare, invece, è stato poi ritrovato nelle disponibilità del giovane e restituito alla derubata.

Quella dei minorenni con problemi con la Giustizia sta diventando un vero e proprio allarme sociale per Rimini tanto che, nel 2013, sono stati consumati ai danni di minori circa 1.000 reati tra furti, rapine e violenze, mentre circa 200 sono i delitti denunciati consumati da ragazzi sotto i 18 anni, tra questi la maggior parte sono furti con strappo o commessi all’interno di esercizi commerciali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzino terribile ruba il cellulare a una coetanea e manda in ospedale i carabinieri

RiminiToday è in caricamento