Cronaca

Depredano il bar sulla spiaggia di superalcolici e poi picchiano a sangue i carabinieri

I due militari dell'Arma costretti a ricorrere alle cure del pronto soccorso dopo essere stati aggrediti dai malviventi presi con le mani nel sacco

Notte agitata, quella tra martedì e mercoledì, sulla spiaggia di Rimini dove due malviventi hanno picchiato a sangue altrettanti carabinieri. I ladri, un 34enne e un 22enne entrambi marocchini, intorno alle 2 sono riusciti a scassinare la porta di accesso del ristorante "La Biscaglina" sulla spiaggia del Bagno 57. Una volta dentro hanno puntato direttamente alle bottiglie di superalcolici, iniziando a travasare i contenuti in altre di plastica, per poi impossessarsi di un computer e di due smartphone. L'allarme ha fatto accorrere la vigilanza privata e i carabinieri che hanno sorpreso i malviventi con le mani nel sacco. Scoperti in flagranza il 34enne e il 22enne hanno opposto una strenua resistenza pestando i militari dell'Arma che cercavano di ammanettarli. Non senza fatica, i due ladri sono stati bloccati e portati in caserma e nel tragitto uno dei due ha danneggiato la cellula di sicurezza della pattuglia mentre i carabinieri sono stati costretti a ricorrere alla cure del pronto soccorso da dove sono stati poi dimessi con prognosi di 10 e 15 giorni. Arrestati per tentato furto, il pubblico ministero ha riformulato il capo d'accusa in tentata rapina e lesioni aggravate ed entrambi, difesi dagli avvocati Leanne Arceci e Massimo Melillo, compariranno davanti al gip nella giornata di venerdì per la convalida del fermo. Dalla "Biscaglina", tuttavia, sono esasperati perchè questo è il settimo tentativo di furto subìto in appena due mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Depredano il bar sulla spiaggia di superalcolici e poi picchiano a sangue i carabinieri
RiminiToday è in caricamento