rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Cronaca

Il Siulp scrive al sindaco: "Affitti troppo cari e stipendi bassi, i poliziotti chiedono il trasferimento"

Il sindacato di polizia: "Questo meccanismo di continuo e logorante turnover non può che incidere negativamente sul livello di sicurezza nella nostra provincia"

La segretaria generale provinciale del Siulp (Sindacato italiano unitario lavoratori polizia) Monica Staurenghi ha scritto una lettera indirizzata al sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad per porre l’attenzione su una serie di tematiche che riguardano gli agenti che operano in città. “ll sindacato di polizia Siulp di Rimini ha più volte pubblicamente evidenziato le criticità legate alla carenza di organici, ma in questi ultimi anni vi è un altro problema che non va assolutamente sottovalutato – scrive Staurenghi -, anzi deve essere affrontato in modo concreto: le politiche abitative, che attualmente sono fortemente inadeguate per ciò che riguarda i poliziotti e le poliziotte. Infatti, a causa di stipendi troppo bassi e di canoni di locazione molto elevati, i nuovi agenti che escono dalle scuole di Polizia e arrivano nella nostra città, faticano moltissimo a trovare casa e, appena possono, cercano di fare rientro al proprio luogo di origine con la conseguenza di perdere professionalità acquisite sul campo”.

“L’effetto di tale situazione comporta due preoccupanti fenomeni sociali – prosegue il Siulp -, in primis diventa complicato avere personale di Polizia che si insedia in questo territorio in pianta stabile, causando in questo modo un impoverimento nella conoscenza dei fenomeni criminali. Questo meccanismo di continuo e logorante turnover, non può che incidere negativamente sul livello di sicurezza nella nostra provincia, poiché viene disperso quel prezioso know how rappresentato dalla conoscenza del territorio indispensabile per mantenere alti gli standard della mission istituzionale della Polizia di Stato, in secondo luogo la problematica risulta essere fonte di notevole disagio il personale di polizia e per le loro famiglie costringendoli di fatto a decidere di trasferirsi in altri luoghi”.

“E’ quindi necessario e urgente che le autorità Istituzionali locali si siedano attorno ad un tavolo per trovare una concreta soluzione che avrebbe risvolti positivi per tutta la cittadinanza, oltre che al benessere dei poliziotti. Richiediamo pertanto un intervento al fine di definire un protocollo d’intesa in modo da cercare delle soluzioni condivise che possano affrontare l’annoso problema alloggiativo che provoca ripercussioni negative sul versante della sicurezza”, prosegue la lettera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Siulp scrive al sindaco: "Affitti troppo cari e stipendi bassi, i poliziotti chiedono il trasferimento"

RiminiToday è in caricamento