L'ex Macello si trasforma in teatro per "Le città visibili"

Dal 20 luglio al 2 agosto lo spazio in disuso di via Dario Campana ospita la sesta edizione del festival: otto serate di spettacoli, concerti, mostre e incontri

L'ex Macello di Rimini si trasforma in teatro per otto serate tra spettacoli, concerti, incontri. E' lo spazio in disuso di via Dario Campana, recentemente bonificato e messo in sicurezza dal Comune, ad ospitare la sesta edizione del Festival "Le città visibili", ideato da Tamara Balducci e Linda Gennari e che dal 20 luglio al 2 agosto proporrà quattro serate di teatro e altrettante di musica dal vivo, tutte a ingresso libero, ma anche conferenze e incontri su alcuni grandi temi di attualità.

L'inaugurazione della kermesse è in programma il venerdì 20 luglio alle ore 21.30 (orario di inizio di tutti gli spettacoli) con il concerto dei Perturbazione, formazione storica del panorama musicale italiano che vanta anche una partecipazione all’edizione 2014 del festival di Sanremo. Domenica 22 luglio debutterà la proposta teatrale con lo spettacolo “La Sorella di Gesù Cristo, terzo capitolo della “trilogia della provincia” di e con Oscar De Summa. Lo spettacolo sarà preceduto da un incontro con Rompi il Silenzio, centro antiviolenza attivo nel riminese da 12 anni. Sarà un momento di ascolto reciproco intorno al tema della violenza sulle donne.
Lunedì 23 luglio il Festival Le Città Visibili sarà protagonista di un’iniziativa congiunta organizzata assieme all’associazione “Il Palloncino Rosso”, che in queste settimane sta riportando a nuova vita un altro spazio abbandonato: la colonia bolognese di Miramare. All’Ex Macello si terrà il convegno “Riusiamo L’Italia: dagli spazi abbandonati alle colonie”, con l’architetto Roberto Tognetti. Martedì 24 luglio Laura Pozone porterà in scena lo spettacolo “Dita di Dama”, per la regia di Massimiliano Loizzi. Prima del buio in sala è previsto un intervento di Claudia Cicchetti, membro della segreteria Cgil di Rimini, sul tema Lavoro giovani e donne.
Mercoledì 25 luglio le sette note torneranno protagoniste all’Ex Macello con il concerto di Gnut, cantante compositore e produttore, nonché autore di numerose colonne sonore di film. La musica sarà grande protagonista anche giovedì 26 luglio con la giovane cantautrice Erica Mou, che a 27 anni ha già all’attivo oltre 500 concerti in Italia e all’estero e una partecipazione al Festival di Sanremo nella sezione dedicata ai giovani artisti. Domenica 28 luglio il festival ospiterà lo spettacolo vincitore de “L’Italia dei visionari”, progetto che ha coinvolto nella provincia di Rimini decine di cittadini comuni appassionati di teatro in qualità di membri di una giuria cui è spettato il compito di scegliere uno degli spettacoli in cartellone del festival. A calcare la scena sarà Alessandro Blasioli con “Questa è casa mia”, che narra la sventurata storia vissuta da una famiglia aquilana in seguito al tragico terremoto che ha sconvolto l’Abruzzo il 6 aprile del 2009.
Lunedì 30 e martedì 31 luglio, sempre in collaborazione con l’Associazione Il Palloncino Rosso, il festival ospiterà lo spettacolo “Farsi Silenzio” di Tindaro Granata per la regia di e con Marco Cacciola, un viaggio alla riscoperta della lentezza, del silenzio attraverso la quotidianità della vita: i posti saranno limitati, gli spettatori verranno invitati a indossare un paio di cuffie per godere delle atmosfere proposte dall’opera teatrale. Il 2 agosto la chiusura del festival sarà affidata a Roberto Angelini, cantautore e musicista, virtuoso della chitarra. A “Le Città Visibili” presenterà il suo “Solo live”.

In alcuni locali dell'ex Macello saranno allestite mostre ed installazioni: RIU Project curerà una rassegna di video arte e, sempre dal 20 luglio al 2 agosto, un ciclo di passeggiate sonore. L’associazione Kantharos aps curerà una mostra fotografica sugli spazi abbandonati sul territorio riminese e un laboratorio di riciclo, oltre che visite guidate sul territorio sempre verso luoghi abbandonati o recuperati. Durante le serate il pubblico potrà usufruire di alcuni spazi di ristorazione “street food”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento