rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Eventi

Oltremisura 2019, lo sguardo curioso sul teatro e sul mondo

“Essere pronti è tutto” è il titolo della stagione del Teatro di Montescudo che propone otto spettacoli, due mostre e un laboratorio di canto. SI parte domenica con "Bob Dylan in Hell", il 10 febbraio Marina Massironi si mette in gioco "White Rabbit Red Rabbit"

“Essere pronti è tutto” è la sfida che lancia Oltremisura 2019, la rassegna di teatro contemporaneo organizzata dall’Associazione L’Attoscuro al Teatro Francesco Rosaspina di Montescudo che si apre domenica 20 gennaio alle ore 18, con Bob Dylan in Hell  un viaggio nell’inferno di Dante attraverso le canzoni di Bob Dylan della compagnia Malafesta Theatre Company Production.

Allargare lo sguardo, aprirsi al nuovo, essere in sintesi, curiosi: questo è lo spirito che muove Oltremisura 2019, e che dopo l’apertura nel segno della poesia e della musica, prosegue domenica 10 febbraio alle ore 18 la rassegna prosegue con White Rabbit Red Rabbit testo dell’autore iraniano Nassim Soleimanpour che ha debuttato nel 2011 all’ Edimburgh Fringe Festival e che da allora è stato tradotto in 20 lingue e ha fatto più di mille repliche in giro per il mondo. In scena Marina Massironi qui impegnata in un esperimento sociale in forma di spettacolo. L’attrice o l’attore che lo interpreta per un’unica volta, senza regia e senza prove, apre la busta sigillata che contiene il testo direttamente sul palco e ne condivide il contenuto con il pubblico. Ci sono delle regole da rispettare per chi accetta la sfida: chi decide di portarlo sulla scena non può averlo visto prima. 

Si prosegue domenica 24 febbraio alle 18 con Roberto Latini Fortebraccio Teatro – Compagnia Lombardi-Tiezzi e lo spettacolo Il  Cantico Dei Cantici, spettacolo con cui Roberto Latini vince nel 2017 il Premio Ubu nella categoria migliore attore.

Domenica 3 marzo alle 17 (ingresso libero) ad andare in scena sarà la compagnia riminese Reparto Prototipi con lo spettacolo di teatro ragazzi Orsogno, una giornata dedicata ai bambini e alle famiglie all’insegna delle risate e del divertimento. Lo spettacolo narra la storia di due orsetti appartenenti a tribù diverse che riusciranno a non fermarsi alle apparenze e di abbattere i muri della paura e del pregiudizio.

Un altro grande interprete e autore della scena contemporanea Oscar De Summa, salirà sul palco del Teatro Rosaspina domenica 10 marzo alle 18 con lo spettacolo Stasera Sono In Vena, finalista nel 2015 ai premi Ubu come migliore novità italiana. Lo spettacolo racconta la discesa agli inferi del protagonista che per sfuggire al dolore dell’anima sceglie la strada del dolore fisico e che è data dalla assuefazione alla droga, la medicina che negli anni ottanta prese drammaticamente piede in Italia portando alla costituzione in Puglia, terra natale del protagonista e dell’autore, della Sacra Corona Unita.

Domenica 17 marzo alle 18 protagonista della giornata sarà la Piccola Compagnia Dammacco – Teatro Di Dioniso con la nuova produzione La Buona Educazione. Serena Balivo, già vincitrice del premio Ubu 2017 nella categoria nuova attrice o performer, dà vita sulla scena ad una donna che deve prendersi cura di un giovane essere umano, ultimo erede della sua stirpe, ospitandolo nella sua vita, educandolo al futuro e contribuendo quindi all’edificazione di un giovane Uomo. Riuscirà la donna ad essere all’altezza del compito?

La rassegna continua domenica 7 aprile alle 18 con lo spettacolo Il fucile da caccia della Compagnia Reparto Prototipi, un testo che indaga l’oscillazione tra il detto e il non detto o del miracoloso equilibrio narrativo che tiene legati i destini di quattro personaggi, un uomo e tre donne e che li accompagna nel corso degli anni senza mai turbare la calma ritualità delle loro esistenze.

La stagione teatrale si conclude con lo spettacolo Diversamente Disabili storie e pensieri sulla disabilità dell’autore romagnolo Roberto Mercadini – Associazione Mikrà, domenica 26 maggio alle 18 in occasione della Giornata del caregiver familiare in collaborazione con il Comune di Montescudo – Monte Colombo. Una giornata per ragionare e scoprire insieme il mondo delle associazioni che supportano le famiglie con soggetti disabili e un modo di entrare in contatto con le famiglie stesse. 
Tutti gli spettacoli della domenica (ingresso 12 euro, residenti Montescudo – Monte Colombo e possessori YoungERcard 7 euro) terminano con il consueto momento conviviale in cui incontrarsi e confrontarsi bevendo un bicchiere di vino offerto dalla Pro Loco di Montescudo, all’interno della sala mostre del Teatro Rosaspina.

Oltre agli spettacoli, il Rosaspina ospita sabato 23 marzo e domenica 24 marzo (orari 10-13; 15-18) un laboratorio di canto condotto da Elena Griggio dal titolo Gli dei sono canti: un lavoro sottile verso il ‘cantare insieme’. Due infine le mostre: dal 20 gennaio al 17 marzo nella galleria del Rosaspina espone Massimo Morri, fotografo riminese innamorato della propria città con una raccolta di immagini dal titolo: Vista Mare. Dal 10 febbraio al 10 marzo ad esporre sarà la pittrice riminese Antonella Spada con una personale dal titolo Sirene: una raccolta di figure femminili. ?Info: www.lattoscuro.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltremisura 2019, lo sguardo curioso sul teatro e sul mondo

RiminiToday è in caricamento