Approvato regolamento sui Condhotel, Pizzolante: "Occasione per Rimini e tutta la Riviera romagnola”

Poter destinare il 40% di una struttura alberghiera ad appartamenti e piccoli appartamenti che possono essere collocati sul mercato

Oggi, martedì 27 febbraio, dopo un lungo percorso, la Corte dei Conti ha dato il via libera al regolamento sui Condhotel. Tutto nasce da una norma quadro inserita per la prima volta in Italia dall’on. Sergio Pizzolante nel Decreto Cultura e Turismo del Ministro Fransceschini. “Finalmente il decreto è arrivato a conclusione del suo iter legislativo e nei prossimi giorni sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Avremo così un importante strumento di riqualificazione delle strutture alberghiere, di gruppi di alberghi o di edifici storici – ha dichiarato Pizzolante. – Poter destinare il 40% di una struttura alberghiera ad appartamenti e piccoli appartamenti che possono essere collocati sul mercato significa inserire un potente motore di riqualificazione, di ammodernamento e d’innovazione. Significa rendere più redditizi gli investimenti e più veloci gli ammortamenti degli istessi. Il Condhotel resta una struttura alberghiera con servizi alberghieri anche per quella quota di appartamenti, che sono disponibili da chi li ha acquistati o per l’albergo quando non vengono utilizzati dal proprietario. Inoltre, essendo questa una tipologia alberghiera già molto utilizzata all’estero, in particolare nel Nord Europa, in Spagna e negli Stati Uniti, si avrà la possibilità di intercettare nuovi flussi di mercato . E’ una bellissima notizia ed è una grande occasione per Rimini e tutta la Riviera romagnola”.

Lo stesso Ministro Dario Franceschini in una nota ha sottolineato l’importanza di “un provvedimento innovativo che contribuirà a diversificare e a migliorare la qualità dell’offerta turistica nazionale incentivando gli investimenti di riqualificazione delle strutture alberghiere”. Il regolamento del Mibact definisce le condizioni di esercizio dei Condhotel valide per l’intero territorio nazionale e stabilisce che negli alberghi la percentuale massima della superficie delle unità abitative che potranno essere vendute a privati per uso residenziale non potrà essere superiore al 40% del totale della superficie netta destinata alle camere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento