Politica

Ceccarelli incontra Salvini e punta sulla sicurezza: "Garantiremo di poter camminare tranquilli per le strade"

Morrone (Lega): "Vogliamo vincere al primo turno per far entrare aria fresca in Comune". Salvini: "Necessario mettere un freno agli sbarchi selvaggi: l'allarme sulla sicurezza è il frutto di questa politica scellerata"

Per Enzo Ceccarelli, candidato a sindaco di Rimini per il centrodestra, arriva la "benedizione" di Matteo Salvini che lunedì sera al Coconuts ha partecipato al comizio dell'aspirante nuovo inquilino di palazzo Garampi. Tanti i sostenitori che si sono ritrovati nel locale sul lungomare riminese e, a introdurre il candidato a primo cittadino, è stato il segretario della Lega Romagna e onorevole Jacopo Morrone che ha lanciato l'obiettivo di "vincere subito al primo turno per far entrare aria fresca in Comune". "Ceccarelli - ha sottolineato il deputato del carroccio - è stato il primo sindaco alternativo alla sinistra che il territorio ha avuto" ricordando come nel 2009 avesse battuto la coalizione di centrosinistra per poi essere confermato anche nella tornata elettorale del 2014. "Quello che più ci preoccupa - ha proseguito Morrone - è il problema della sicurezza con ragazzi che arrivano qui per distruggere e spaventare. Immagini che non sono belle da vedere per chi sceglie la città per le vacanze. Questa non è la nostra gioventù e noi vogliamo vedere bella gente".

Anche Ceccarelli ha puntato il suo discorso sulla sicurezza: "Il centrodestra unito insieme al mondo civico è un passo importante, c'è aria nuova ma allo stesso tempo la tristezza per quello che sta succedendo. Il nostro obiettivo è riportare Rimini a punto di riferimento della Romagna e dell'Italia in senso positivo e non per la criminalità e il senso di insicurezza che vivono i cittadini. Allo stesso tempo, vogliamo essere vicini alla cittadinanza e ai quartieri dove si registrano le necessità dei riminesi per poi poterle tradurre in atti concreti. Vogliamo restituire la serenità di vivere la città in maniera decorosa. Sicurezza per tutti per portare avanti i nostri sogni".

Sul palco è poi intervenuto Matteo Salvini che ha presentato la sua ricetta per l'Italia e, soprattutto, per i giovani: "Serve educazione civica, servizio militare e lavoro. Questi sono i tre temi per risolvere i la situazione che stiamo vivendo. Allo stesso tempo è fondamentale togliere il reddito di cittadinanza: in questi giorni in giro per il Paese ho ascoltato tantissimi imprenditori che faticano a trovare il personale: molti preferiscono prendere il sussidio e, magari, fare qualche lavoretto in nero piuttosto che andare a lavorare. E' poi necessario mettere un freno agli sbarchi selvaggi: l'allarme sulla sicurezza è il frutto di questa politica scellerata. Noi non possiamo diventare il campo profughi del terzo mondo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ceccarelli incontra Salvini e punta sulla sicurezza: "Garantiremo di poter camminare tranquilli per le strade"

RiminiToday è in caricamento