Giovedì, 23 Settembre 2021
Politica

Elezioni, Angelini (3V): "Il nostro programma è suddiviso in 5 passi per la libertà"

Il candidato sindaco del partito 3V afferma: "La nostra prima azione è rimettere l’individuo al centro dell’azione politica"

“Non si invochi la libertà per sottrarsi alla vaccinazione”, ha affermato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Una frase che non va giù al candidato sindaco del partito 3V a Rimini, Matteo Angelini, che replica citando l'articolo 13 della Costituzione: “La libertà personale è inviolabile” e la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

"Ci dispiace che il Presidente Mattarella abbia dimenticato questi principi - afferma il candidato dei 3V -, da lui stesso peraltro più volte citati nei suoi discorsi. Il partito 3V, da me rappresentato a Rimini, parte invece dai presupposti citati e ha sviluppato un programma di partito a Rimini insieme ai propri attivisti partendo da questi punti. Il nostro programma è infatti suddiviso in 'Cinque passi per la libertà'".

"La nostra Prima Azione è rimettere l’individuo al centro dell’azione politica - afferma Angelini - I cittadini del Bel Paese sono stati traditi da una classe politica che li ha svenduti agli interessi della finanza. La macelleria sociale deve essere fermata, prima che sia troppo tardi. Le politiche attive del lavoro devono tornare ad essere il motore trainante del paese Italia, affinché il diritto al lavoro sia veramente garantito e non soltanto promesso. Il mondo del lavoro va incentivato e sostenuto ed i lavoratori devono essere tutelati nei loro diritti. Viviamo in un mondo competitivo in cui la cooperazione e la solidarietà sono stati messi in un angolo. Il cambiamento in meglio del modo di vivere può avvenire in pratica ridando valore al lavoro e dignità ai lavoratori".

"Preso atto che la vecchia politica ci sta conducendo in un baratro sottolinea il candidato sindaco di Rimini - i cittadini possono intraprendere un profondo processo di rigenerazione del vivere comune, dando forza a una politica imperniata sulle persone. Se non si parte dall’individuo, se non si tutela il benessere e la felicità delle persone, si resta ostaggio di schemi malati che hanno già svuotato ed impoverito le strutture sociali che in passato avevano contribuito a far progredire il vecchio mondo, e che adesso sono state inglobate dal sistema di potere imperante".

Per concludere Angelini ribadisce che "l’essere umano nasce libero, la legge serve a regolamentare i rapporti civili tra cittadini e tra cittadini e Stato. Nessun’altra limitazione a ciò che la natura, e di conseguenza gli Stati democratici riconoscono, è accettabile. Ribadisco: la libertà sarà al centro della mia azione politica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Angelini (3V): "Il nostro programma è suddiviso in 5 passi per la libertà"

RiminiToday è in caricamento