Politica

Fondi per la Valconca, Rossi (Pd) ribatte a Montevecchi (Lega): "Già attiva da anni"

"La montagna fondamentale per le strategie regionali, dopo il Covid nuovo impulso per rafforzare le aree fragili"

La Consigliera Pd Regione Emilia-Romagna Nadia Rossi ribatte al consigliere regionale della Lega Matteo Montevecchi sul tema della montagna e la ripartenza per i territori. "Il consigliere Montevecchi mi chiama in causa su una questione relativa alle politiche regionali a sostegno della montagna e della Valconca, senza sapere che da sei anni sono attiva a riguardo. Basti pensare al lavoro fatto, di cui posso dirmi particolarmente orgogliosa, per arrivare al contributo di ben 10 milioni di euro al GAL della Valli Marecchia e Conca. Un progetto che riconosce caratteristiche comuni a entrambe le aree - afferma Rossi - È opportuno tenere conto di una visione d’insieme che valuti tutte le fragilità e peculiarità non solo nella nostra provincia, ma in tutto il territorio regionale. Ecco perché esorto collega Montevecchi, da poco eletto, a calibrare ogni sua affermazione in un’ottica più ampia e meno campanilistica".

"La Regione ha chiaro l’obiettivo di contrastare lo spopolamento nelle aree montane e l’impoverimento dei servizi destinati a chi vi risiede e lavora. Uno specifico assessorato alla montagna e alle aree interne è stato istituito dal Presidente Bonaccini nel 2020 proprio a questo scopo. Il bando per l’acquisto o ristrutturazione di una casa in montagna per le giovani coppie è uno dei frutti di questa impostazione. È un bando pubblicato nel 2020 e che sarà rifinanziato per permettere a chi aveva già dimostrato di avere i requisiti, di ottenere il contributo scorrendo la graduatoria. Che, sono sicura, sarà ulteriormente rafforzata nella fase post covid che ci ha insegnato il valore dei servizi territoriali e del distanziamento a scapito dell’eccessiva urbanizzazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi per la Valconca, Rossi (Pd) ribatte a Montevecchi (Lega): "Già attiva da anni"

RiminiToday è in caricamento