Lunedì, 17 Maggio 2021
Politica

Il candidato a sindaco di Rimini Mario Erbetta si schiera contro la Start

L'aspirante primo cittadino di Rinascita civica si schiera coi sindacati che hanno indetto lo stato di agitazione contro l'azienda di trasporto pubblico

Si schiera coi sindacati che hanno indetto lo stato di agitazione contro Start Romagna. E anche con Riccione, che ieri ha anticipato il 'no' all'ipotesi (contenuta nel piano industriale) di aumento dei biglietti del trasporto pubblico locale. Il consigliere comunale e candidato sindaco di Rinascita civica a Rimini, Carlo Erbetta, oggi mette in fila tutta un serie di punti per attaccare l'azienda di trasporto. Partendo, appunto, dallo stato di agitazione indetto per "carenza cronica di personale nel comparto movimento e nelle officine, mancanza di servizi igienici e sala ristoro alla stazione di Rimini luogo di sosta e cambi turno, programmazione inadeguata delle ferie 2021 e sui trattamenti economici dei neoassunti". Due giorni fa infatti, ricorda Erbetta, con un comunicato di Uil, Cisl, Cgil, Cisal e Usb hanno aperto uno stato di agitazione su nove punti. Per il candidato sindaco, vanno trovate soluzioni "ai disagi che i dipendenti vivono a causa di turni sfiancanti dovuti alla carenza di autisti", ma "Start Romagna fa orecchie da mercante e assume solo per sostituire chi va in pensione o gli inabili". E poi quando assume, accade che "su dieci neoassunti, cinque si dimettono perche' la paga da neo assunto e' 1.000 euro al mese". Eppure, rincara, "ci sono dirigenti con stipendi importanti e un'organizzazione che fa acqua da tutte le parti come si e' visto a settembre con la riapertura completa delle scuole in presenza". Erbetta si chiede infatti cosa succedera' quando si tornera' al 100%, e se mezzi e personale basteranno. Quanto al tema Metromare, un'altra questione e' "quando sara' operativo con tutti i nove mezzi costati oltre 10 milioni".

Sul tema Erbetta ha fatto un'interrogazione urgente il 15 dicembre in Consiglio comunale, ma "dopo 45 giorni e due solleciti l'assessore alla Mobilita' Roberta Frisoni non si e' ancora degnata di rispondere". Quanto al prezzo dei biglietti, "annuncio fin da ora che mi opporro' a qualsiasi aumento che ricadrebbe come al solito sui cittadini riminesi". E "se verro' eletto instaurero' un tavolo permanente per capire la vera carenza organica del comparto e la revisione dei contratti per i neo assunti in Start Romagna", chiosa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il candidato a sindaco di Rimini Mario Erbetta si schiera contro la Start

RiminiToday è in caricamento