Petizione contro la tassa di soggiorno, i socialisti scendono in piazza

Il Partito Socialista Italiano di Riccione, non ha mai condiviso l’applicazione della tassa di soggiorno “ed è stato uno dei motivi per cui non abbiamo condiviso il bilancio di previsione 2013 proposto dalla giunta Pironi"

Il Partito Socialista Italiano di Riccione, non ha mai condiviso l’applicazione della tassa di soggiorno “ed è stato uno dei motivi per cui non abbiamo condiviso il bilancio di previsione 2013 proposto dalla giunta Pironi dalla quale anche per questa non condivisione siamo usciti oltre che uscire dalla maggioranza che sostiene l’attuale amministrazione guidata da Pironi”, scrive in una nota Rosario Genovese, commissario PSI Riccione.

“Da giovedì, avviamo una raccolta firme, per una petizione popolare per richiedere all’amministrazione comunale di Riccione l’abolizione della Tassa di Soggiorno. I banchetti, per la raccolta firme, saranno presenti dalle 21 davanti alla sede dell’Associazione Albergatori di Riccione, in via San Martino, ogni sabato del mese di Maggio a partire da Sabato 18 e ogni sabato del mese di Giugno, a partire dalle ore 14:30, in angolo via Dante- viale Ceccarini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento