menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regione, bilancio assestamento. Lombardi (Pdl): "Provvedimento inadeguato"

Sono differenti le valutazioni contenute nelle relazioni di maggioranza e minoranza, rispettivamente di Luciano Vecchi (Pd) e Marco Lombardi (Pdl), relative al progetto di legge di assestamento del bilancio di previsione della Regione

Una manovra “rigorosa”, e per questo "motivo di orgoglio", ma che "soffre dei confini ormai troppo limitati dal centralismo statale". Al contrario, "un provvedimento inadeguato rispetto alle necessità del momento". Sono le differenti valutazioni contenute nelle relazioni di maggioranza e minoranza, rispettivamente di Luciano Vecchi (Pd) e Marco Lombardi (Pdl), relative al progetto di legge di assestamento del bilancio di previsione della Regione per l’esercizio finanziario 2013 e pluriennale 2013-2015 e della legge finanziaria collegata, provvedimenti oggi all’esame dell’Assemblea legislativa.

"Anche quest'anno - evidenzia Lombardi - la manovra di luglio, riguarda per oltre il 50% risorse aggiuntive alla sanità proseguendo nel solito equivoco di "mascherare" con la destinazione extra LEA, un semplice risanamento dei conti del sistema sanitario regionale che a parole viceversa, viene indicato in pareggio. Di tale espediente se ne sono accorti anche Confindustria ed il Tavolo dell'Imprenditoria, segnalando la loro insoddisfazione che sarebbe stata ben maggiore se in maniera inaspettata non fossero emersi dei residui presso il Medio Credito Regionale per circa 18 milioni di euro che hanno permesso in extremis alla Giunta di destinare tali somme in vario modo alle imprese".

A tal proposito il Relatore di minoranza ha da un lato denunciato una certa improvvisazione della Giunta nel non aver previsto per tempo la possibilità di utilizzare tali residui e dall'altro, ha sollecitato il Presidente Errani  a tener conto di tale inaspettato aiuto alle imprese che può così liberare risorse nel prossimo bilancio di previsione per risarcire i danni alle imprese colpite dalle eccezionali precipitazioni nevose dello scorso anno in Valmarecchia.

"In conclusione - ha affermato Lombardi - in questo assestamento manca una assunzione precisa di responsabilità anche con provvedimenti innovativi per dare uno scossone alla crisi e si prosegue con asfittiche misure di routin che ad esempio non tengono conto di un sostegno al distretto turistico appena nato in questa Regione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento