Politica

Renzi punta il dito contro l'amministrazione: "Il lungomare più incompiuto del mondo"

Il consigliere comunale i Fratelli d'Italia: "Ritardi nei cantieri comportano gravi ripercussioni sulle attività economiche turistiche"

Quello di Rimini è il "lungomare più incompleto del mondo". A tuonare contro l'amministrazione comunale è il consigliere di Fratelli d'Italia Gioenzo Renzi che, in una nota stampa, fa il punto sullo stato di realizzazione del Parco del Mare all'indomani di un incontro in commissione consigliare con gli Assessori Roberta Frisoni e Jamil Sadegholvaad. "Dei 9 tratti del lungomare interessati dal progetto - spiega Renzi - solo due hanno visto la realizzazione che, per altro, non è ancora completa. Gli altri 7, 2 Kennedy-Tripoli, 3 Tripoli-Pascoli, 4 Pacoli-Firenze, 5 Firenze-Gondar, 6  Murri, 7 Marebello-Rivazzurra, 9 Spadazzi-Bolognese, non sono ancora stati cantierati mentre il tratto 1 “Lungomare Tintori” e il tratto 8 "Lungomare Spadazzi" registrano gravi ritardi e dovevano essere completati entro il 28/05/21; il lungomare di Rimini Nord doveva essere ultimato addirittura entro novembre 2020. Tali ritardi comportano gravi ripercussioni sulle attività economiche turistiche, riscontrato che i cantieri saranno aperti anche durante questa seconda stagione balneare. La giustificazione non può essere la pandemia Covid, in considerazione della “deroga” di Legge che ha consentito il proseguimento senza sosta di cantieri per opere di pubblica utilità; semmai i ritardi sono riconducibili alla Amministrazione Comunale nella consegna dei cantieri, avvenuta solo il 20 gennaio 2021 e non alla fine della precedente stagione balneare. In merito al tratto 1, Lungomare Tintori dopo soli 6 mesi dall’inaugurazione, avvenuta nell’Agosto 2020, abbiamo tutti visto incredibilmente distruggere quanto realizzato: il prato sradicato, i camminamenti pedonali divelti, il terreno sventrato da nuovi scavi, per la collocazione della condotta fognaria dell’acquedotto. In una logica di corretta ed efficiente gestione delle risorse pubbliche, i suddetti lavori avrebbero dovuto essere eseguiti sin dall’origine, evitando l’incremento dei costi e dei tempi di realizzazione delle opere (motivo per cui ho presentato esposto alla Corte dei Conti, per verificare il corretto impiego delle risorse pubbliche).

"Permane inoltre il problema parcheggi. - prosegue Renzi - che l’attuale progetto non prevede, con la diminuzione di -164 posti auto nel tratto Fellini-Kennedy e di altri -300 posti auto nei tratti 2 e 3 (Kennedy-Tripoli e Tripoli-Pascoli). Non abbiamo ricevuto risposte dall’Amministrazione sul parcheggio interrato di Piazzale Fellini (300 posti auto), che doveva esser realizzato nel corrente 2021 e che sembra finito nel dimenticatoio. Il medesimo problema parcheggi riguarda Viserba, con l’impossibilità di raggiungere le attività economiche nel centro della frazione, vista la disponibilità di soli 40 posti auto a ridosso della ferrovia. Inoltre, l’accessibilità a Viserba risulta compromessa dalla chiusura del passaggio a livello Via Morri-Via Polazzi, per la realizzazione del sottopasso ciclopedonale e dell’adiacente sottopasso per autoveicoli, anch’essi in grave ritardo e che verranno ultimati successivamente all’attuale stagione balneare. Constatato che la spesa pubblica sostenuta è ingente e ammonta: a 9,9mln di euro, per il tratto 1 Lungomare Tintori; a 6,3mln di euro, per il Tratto 8 Lungomare Spadazzi; a 18mln di euro, per il lungomare di Rimini Nord;  a maggior ragione doveva essere salvaguardata l’accessibilità, la fruibilità alle attività economiche e alla spiaggia, i cantieri dovevano essere ultimati prima dell’inizio della stagione balneare e dovevano essere recepite le esigenze dei cittadini e degli operatori".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Renzi punta il dito contro l'amministrazione: "Il lungomare più incompiuto del mondo"

RiminiToday è in caricamento