Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

Sensoli (M5S): “Lunghe liste di attesa per gli asili nido a Rimini"

Il capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle, ha presentato una interrogazione alla Giunta dopo la pubblicazione delle liste di attesa per i servizi educativi alla prima infanzia. "I bambini non ammessi sono più numerosi di quelli che hanno ottenuto un posto"

“Le lunghe liste di attesa per gli asili nido a Rimini sono la dimostrazione sia che la nuova legge regionale di fatto è inefficace, sia che forse era necessario provvedere all’assunzione di nuovo personale e non a quella esternalizzazione selvaggia che il Comune ha voluto attuare. Adesso chiediamo alla Regione di fare di tutto per cercare di azzerare realmente le lista di attesa e dare un aiuto concreto alle famiglie”. È questa la richiesta di Raffaella Sensoli, capogruppo regionale del MoVimento 5 Stelle, contenuta in una interrogazione rivolta alla Giunta riguardo alle liste di attesa per gli asili nido a Rimini. “Qualche giorno fa sono state pubblicate le graduatorie e tutti hanno potuto notare come sono di più i bambini e le famiglie che non si sono ancora viste riconoscere un diritto educativo e sociale fondamentale, peraltro profumatamente pagato, piuttosto che quelle che sono riuscite ad ottenere un posto – spiega Raffaella Sensoli – Il mantra che ha accompagnato la presentazione della nuova legge regionale sui servizi educativi per la prima infanzia è stato contrassegnato dal continuo richiamo al fatto che le liste d’attesa fossero ormai scomparse, che l’offerta fosse proporzionata alla domanda effettiva, e che grazie all’accreditamento facilitato dei servizi privati sarebbe stata data una risposta a tutti. Un mantra che poi a Rimini  è stato ripetuto all’infinito per giustificare anche la mancata assunzione del personale educativo precario e l’assegnazione all’esterno di diversi asili, ignorando colpevolmente la nuova legge sulla scuola che invece consente assunzioni straordinarie. Adesso davanti a questi numeri i nodi vengono al pettine e l’inadeguatezza del sistema messo in piedi da Regione e Comune è evidente a tutti”.

Il MoVimento 5 Stelle, infatti, aveva segnalato a più riprese l’esigenza di assicurare un forte impegno del pubblico in un sistema che può senza dubbio integrare la presenza di un privato accreditato ed operante in condizioni di reale parità. “L’esternalizzazione non può non essere legata ad un processo di estensione e di qualificazione dei servizi – aggiunge Raffaella Sensoli - L’operazione condotta a Rimini attua invece un ingiustificato ritiro del pubblico, a vantaggio di nessun utente, non di certo dei bambini e delle famiglie, ma solo di qualche soggetto gestore. Tesi confermata dalla scoperta che le liste d’attesa oggi sono più lunghe di quelle degli ammessi: il tutto mentre la legge regionale a parole parla di qualità e di diritti da rendere universali ma che lascia inalterati i costi di un servizio sempre più salato”. Per questo nella sua interrogazione la capogruppo regionale del MoVimento 5 Stelle chiede alla Regione di intervenire cercando "tutte le soluzioni idonee per abbattere le liste di attesa". 

===> Segue con la replica dell'assessore Morolli

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sensoli (M5S): “Lunghe liste di attesa per gli asili nido a Rimini"

RiminiToday è in caricamento